La Gazzetta dello Sport: “Conte non ha parlato dopo Inter-Cagliari perché ha avuto un principio di tachicardia per le proteste”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Gennaio 2020 18:08 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2020 18:09
La Gazzetta dello Sport: "Conte non ha parlato dopo Inter-Cagliari perché ha avuto un principio di tachicardia dopo le proteste"

Antonio Conte ha protestato con veemenza nei confronti dell’arbitro dopo il fischio finale di Inter-Cagliari (foto Ansa)

MILANO – Dopo il fischio finale di Inter-Cagliari, Antonio Conte si è scagliato contro l’arbitro per protestare contro l’espulsione di Lautaro Martinez, che costerà all’argentino l’assenza nel derby di Milano. Conte era fuori di se ed è stato tenuto a stento dai suoi collaboratori. Grazie all’intervento del suo staff, Conte non è stato espulso e quindi non è stato squalificato dal giudice sportivo.

Sono stati espulsi, e squalificati per due giornate, sia Lautaro Martinez che Tommaso Berni, entrambi salteranno il derby di Milano. Nel caso di Berni, poco male visto che è il terzo portiere della squadra, ma l’assenza di Lautaro è una autentica tegola per Conte visto che l’argentino è una delle stelle della squadra.

Inter-Cagliari, ecco cosa ha avuto Antonio Conte secondo La Gazzetta dello Sport.

Questo burrascoso finale di partite ha stressato talmente tanto Conte che, secondo quanto scrive La Gazzetta dello Sport, i medici dell’Inter gli avrebbero dato  una pastiglia per un principio di tachicardia. L’unica certezza è che Conte non ha parlato dopo la partita, in sala stampa, al suo posto, si è presentato il vice Stellini.

Dopo essere uscito dal campo, Conte è andato direttamente verso la macchina senza dare alcuna spiegazione ai giornalisti presenti nella zona mista dello stadio Giuseppe Meazza “San Siro” di Milano. In molti si erano chiesti il perché, La Gazzetta dello Sport ha fornito una risposta a questo quesito parlando di un principio di tachicardia.