Contratto collettivo, la serie A minaccia lo sciopero. Abete: “Presto un incontro con Lega e Assocalciatori”

Pubblicato il 6 Settembre 2010 13:09 | Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2010 13:09

Giancarlo Abete

Sulla ripresa del campionato, dopo gli impegni della Nazionale, incombe la minaccia di sciopero dei calciatori per il mancato rinnovo del contratto collettivo. «La Figc sta seguendo con grande attenzione la situazione – ha detto il presidente Giancarlo Abete a ‘Radio anch’io Sport’ -. Il 13 settembre avremo un incontro con la Lega e l’Assocalciatori e speriamo che abbia esito positivo. Se così non fosse dovremo accelerare il ritmo del confronto, perché‚ non è ipotizzabile che questo stato di cose permanga a lungo. Altrimenti si determinerebbero dei rischi di posizioni che possono portare a fatti che nessuno vuole vedere, legati al regolare andamento del campionato».

Abete ha anche ricordato che «da parte dell’Alta corte di giustizia c’è stata la valutazione secondo la quale il contratto non è più operante, quindi siamo in assenza di contratto e bisogna accelerare».