Coppa Italia, Milan in semifinale: 4-2 al Torino con rimonta completata nei supplementari

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 28 Gennaio 2020 23:21 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2020 23:21
Coppa Italia, Milan in semifinale: 4-2 al Torino con rimonta completata nei supplementari

Il Milan ha festeggiato la qualificazione alla semifinale di Coppa Italia grazie al 4 a 2 rifilato al Torino dopo i tempi supplementari (foto Ansa)

MILANO – Milan imbattibile con Zlatan Ibrahimovic. Da quando lo svedese è tornato in rossonero, il Milan hanno vinto cinque partite pareggiandone solamente una nel giorno dell’esordio dell’ex attaccante dei Galaxy. Con Ibra in campo, il Milan ha pareggiato zero a zero con la Sampdoria, ha vinto due a zero con il Cagliari, ha vinto tre a due con l’Udinese, ha vinto uno a zero contro il Brescia e ha vinto quattro a due contro il Torino. In questa serie positiva, c’è anche il tre a zero rifilato alla Spal in Coppa Italia ma in quella circostanza Ibrahimovic è rimasto in panchina per logiche di turnover. 

Stasera Ibrahimovic è entrato in campo sul risultato di uno a uno e ha guidato la riscossa del Milan con un gol e tante altre belle giocate. Anche quando non segna è decisivo perché crea spazio per i compagni di squadra. Tutti i difensori hanno un occhio di riguardo per lui e quindi per forza di cose non sono pronti negli inserimenti offensivi dei compagni di squadra dello svedese. 

Coppa Italia, show di Ibra e Calhanoglu: rossoneri stendono il Torino ai supplementari. 

La partita. Il Milan ha sbloccato praticamente subito il risultato con Bonaventura (gol a porta vuota su cross di Rebic) ma questa rete è stata una illusione perché poco dopo il Torino ha preso in mano la partita. Anche perché i rossoneri non avevano peso in attacco visto che giocavano con Piatek ormai fuori dal progetto tecnico del Milan e con Ibrahimovic in panchina. 

Così il Torino ha completato la rimonta grazie ad una insolita doppietta del difensore Bremer.Il primo gol è arrivato al 34′ su passaggio filtrante di Verdi, il secondo al 71′ su assist di Ola Aina. Quando la qualificazione sembrava in tasca, il Toro ha incassato la rete del pareggio al 94′. Calhanoglu ha ricevuto un pallone da Castillejo e ha battuto Sirigu anche grazie alla deviazione di un avversario. Squadre ai supplementari. 

Il gol beffa subito da Calhanoglu al 94′, ha buttato giù di morale il Torino portando l’inerzia della gara da parte del Milan (che giocava anche in casa). Così i rossoneri hanno segnato le reti qualificazione con Calhanoglu, su felice intuizione di Kessie, e con Ibrahimovic, al secondo centro stagionale, su assist di Leao. Grazie a questo successo, il Milan si è qualificato in semifinale dove affronterà la Juventus di Maurizio Sarri.