Coppa Italia, Napoli ai quarti: Lorenzo Insigne elimina l’Udinese

Pubblicato il 19 dicembre 2017 23:22 | Ultimo aggiornamento: 19 dicembre 2017 23:22
COPPA-ITALIA-NAPOLI

Coppa Italia, Napoli ai quarti: Lorenzo Insigne elimina l’Udinese ANSA

NAPOLI – Basta al Napoli un acuto di Insigne per avere la meglio sull’Udinese e qualificarsi ai quarti di finale della Coppa Italia. Troppo difensiva la scelta tattica di Oddo che rinuncia in pratica ad attaccare, forse sperando di arrivare ai calci di rigore e giocarsi tutte le chanche nella lotteria finale.

Il Napoli per lunghissimi minuti sbatte la testa contro il muro della difesa avversaria. Nella ripresa, però, una combinazione Mertens-Insigne (entrambi entrati da poco in campo) manda in gol gli azzurri e regala loro la qualificazione. Le squadre, rispetto all’ultimo turno di campionato, sono fortemente rimaneggiate.

Oddo modifica il suo tradizionale 3-5-2 con un 5-4-1 che lascia al solo Bajic l’arduo compito di creare problemi alla difesa del Napoli. Sul fronte opposto, assenti inizialmente Mertens e Insigne, sostituiti da Ounas e Giaccherini, gli attaccanti azzurri si trovano davanti a un muro che è quasi impossibile superare.

Quando l’Udinese si difende i quattro centrocampisti ripiegano fino ai limiti dell’area di rigore per cui la barriera umana che si trovano di fronte gli attaccanti napoletani è veramente impressionante. Nel primo tempo gli azzurri riescono ugualmente a creare due chiare occasioni da gol, con Ounas che colpisce il palo con una conclusione rasoterra da media distanza e con Callejon che, lanciato da Rog, si presenta solo davanti a Scuffet, ma gli scarica addosso la conclusione di destro.

All’inizio della ripresa Oddo sostituisce Jankto con De Paul, ma la situazione tattica non cambia. L’argentino prende posto a centrocampo e non nel consueto ruolo di rifinitore e l’Udinese non è mai in grado di prendere in mano il predominio del gioco. L’ingresso in campo di Mertens e Insigne al posto di Callejon e Giaccherini cambia gli equilibri in campo.

Le azioni offensive del Napoli sono più fluide e la difesa dell’Udinese, anche se sempre granitica e molto robusta, comincia in qualche modo a scricchiolare. Dopo il gol del vantaggio messo a segno da Insigne, i friulani sono costretti a tentare di mettere la testa fuori dalla propria metà campo, ma è sempre il Napoli a dominare e Sepe non viene mai chiamato in causa.

Il Napoli, dal canto suo, si accontenta del vantaggio minimo e cerca con poca insistenza il raddoppio. D’altro canto quel che conta è la qualificazione e non vale la pena di sprecare altre energie.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other