Coronavirus, Nicchi: “Tornare a giocare? Non mando gli arbitri a rischiare la vita”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Marzo 2020 18:27 | Ultimo aggiornamento: 29 Marzo 2020 18:27
Coronavirus, Nicchi: "Tornare a giocare? Non mando gli arbitri a rischiare la vita"

Coronavirus, Nicchi: “Tornare a giocare? Non mando gli arbitri a rischiare la vita” (foto Ansa)

ROMA – “Nella drammaticità del momento continuiamo a lavorare sulla ripartenza, ma il quando non dipende da noi.

Noi siamo pronti a riaccendere il motore della Serie A ma certo non possiamo mandare gli arbitri allo sbaraglio a rischiare la vita. Servono garanzie per tutti, anche per noi”.

Lo dice Marcello Nicchi, presidente dall’Associazione italiana arbitri, parlando dello stop dei campionati per l’emergenza coronavirus e delle ipotesi di ripresa.

“Io credo che prima di parlare di sensazioni e prospettive a breve lungo termine bisogna guardare al presente e alla battaglia che stiamo combattendo contro il coronavirus.

Gli arbitri sono persone di regole, come sempre rispetteremo le disposizioni governative e della Federazione”, ha aggiunto Nicchi, a RadioSportiva.

“I motori al momento sono fermi – ha aggiunto parlando della ‘preparazione’ – , poi ognuno a casa fa quello che si sente. Noi però siamo pronti, nonostante il momento di grande difficoltà. Vogliamo essere protagonisti della ricostruzione”.

Coronavirus, Cosimo Sibilia: “Servono 30-40 giorni per terminare il campionato di Serie D”.

“Per aiutare il calcio ad uscire da questa situazione servono decisioni nell’interesse collettivo”. Di fronte alla crisi per l’emergenza coronavirus, è questa la posizione del presidente della Lnd, Cosimo Sibilia.

“I Dilettanti sono una metà del calcio e l’altra, quella del professionismo, probabilmente ha vissuto finora al di sopra delle sue possibilità.

Dovremmo tutti capire fin dove ci possiamo spingere”, dice all’Ansa Sibilia, che spera si possa tornare presto in campo:

“La priorità è chiudere l’emergenza coronavirus, poi noi avremmo bisogno di 30-40 giorni per portare a termine il campionato”.(fonte ANSA).