Coronavirus, Asprilla dona 100 mila preservativi: “Non posso usarli tutti io”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Aprile 2020 15:51 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2020 15:51
Coronavirus, Asprilla dona 100 mila preservativi: "Non posso usarli tutti io"

Coronavirus, Asprilla dona 100 mila preservativi: “Non posso usarli tutti io” (foto Ansa)

BOGOTA’ (COLOMBIA) – Ognuno fa quello che può. Tino Asprilla, ex calciatore del Parma e della Nazionale Colombiana, ha deciso di fare una donazione un po’ particolare durante l’emergenza coronavirus. 

Dopo aver smesso con il calcio giocato, Asprilla ha aperto un’azienda di profilattici così ha deciso di fare una donazione in linea con quella che è la sua nuova attività professionale.

Asprilla ha deciso di donare 100 mila preservativi ai più bisognosi. Ecco come ha spiegato il suo gesto: “Renderò la quarantena da coronavirus delle persone meno amara. Ci vuole prudenza. Non è il momento di riempirsi di figli…”.

Le dichiarazioni rilasciate da Tino Asprilla sono riportate dal Corriere dello Sport.

“In questi tempi di quarantena per il Coronavirus non è buona cosa riempirsi di figli” ha detto l’ex Parma.

“Mi sono rimasti molti preservativi nella mia abitazione e voglio che la gente mi aiuti a consumarli perché è molto difficile per me utilizzarli tutti.

Ho solo 3.580.000 preservativi in inventario fino a quando non riusciamo a riaprire la fabbrica e per aiutare la popolazione ho intenzione di dare un preservativo in regalo per l’acquisto di una scatola da tre”.

Asprilla ha giocato sette anni al Parma, dal 1992 al 1999 con una parentesi nel Newcastle in Inghilterra. 

Con i gialloblù ha giocato complessivamente 141 partite realizzando 39 gol. Con il Parma, ha vinto una Coppa Italia, una Coppa delle Coppe, una Supercoppa Europea e due Coppa Uefa.

Asprilla ha giocato ben 57 partite con la maglia della Nazionale Colombiana segnando ben 20 gol.