Coronavirus, raddoppiano i calciatori depressi. Le più colpite le donne

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Aprile 2020 15:41 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2020 15:41
Coronavirus, raddoppiano i calciatori depressi. Le più colpite le donne

Coronavirus, raddoppiano i calciatori depressi. Le più colpite le donne (foto archivio Ansa)

ROMA – La quarantena da coronavirus non ha effetti deleteri solamente sui comuni mortali ma anche sui campioni dello sport.

Passare da una vita super attiva ad una fatta di ore e ore sul divano non è affatto semplice così sarebbe raddoppiato il numero dei calciatori depressi. Tra loro, le più colpite sarebbero le donne.

Raddoppiano i casi di depressione tra i calciatori professionisti, per l’emergenza coronavirus, e ad esser maggiormente colpite sono le donne.

E’ la denuncia contenuta in una ricerca condotta dal sindacato mondiale dei giocatori prof, FifPro, in collaborazione con l’ospedale universitario di Amsterdam, arrivata alla conclusione che in media soffrono di sintomi depressivi oltre il 10% degli atleti.
   

Il sondaggio ha coinvolto circa 1.600 atleti di diversi paesi, dall’Europa agli Usa. Secondo i risultati, “il 22% delle donne e il 13% degli uomini ha riportato sintomi compatibili con la diagnosi di depressione”.

Uno stato di “ansia generalizzata” è stato segnalato dal 18% delle giocatrici e dal 16% dei giocatori intervistati.

Insomma, praticamente tutti i calciatori stanno cercando di tenersi in forma allenandosi a casa ma non è la stessa cosa di prima…

Ai calciatori manca l’erba, mancano gli allenamenti all’aperto e soprattutto manca la compagnia degli altri calciatori. 

Forse anche per questo Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic hanno già ripresa ad allenarsi insieme ad altri calciatori all’estero (fonte Ansa).