Coronavirus, Cassano a Tiki Taka: “Se continuate a uscire finiamo nel 2040…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Marzo 2020 17:14 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2020 17:14
Coronavirus, Cassano a Tiki Taka: "Se continuate a uscire finiamo nel 2040..."

Coronavirus, Cassano a Tiki Taka: “Se continuate a uscire finiamo nel 2040…” (foto Ansa)

MILANO – Antonio Cassano è stato il grande protagonista dell’ultima puntata di Tiki Taka. L’ex calciatore del Bari ha parlato di tutto, dal coronavirus al calcio giocato. Le sue dichiarazioni sono riportate da dagospia.com in un articolo a firma di Francesco Persili.

«Se continuate a uscire, nel 2040 siamo ancora qui. Due settimane fa pensavo che questo virus fosse una cosa superficiale, invece c’è da prendersi paura. State a casa, vedete film e fate figli. 

Prima di cantare ‘Azzurro’, ‘Il cielo è sempre più blu’ è giusto fare un minuto di raccoglimento per tutti i morti. Per alcuni andrà tutto bene, per altri è già andato tutto male.

È una situazione paragonabile all’11 settembre. Ora come allora non sappiamo come andrà a finire. Siamo chiusi come quelli del ‘Decamerone’ di Boccaccio nella Firenze della peste e non sappiamo se durerà 10 giorni o 60».

Cassano ha trovato il tempo anche per parlare di calcio. Fant’Antonio ha esaltato Josip Ilicic dell’Atalanta per le sue gesta in Champions League contro il Valencia:

“Se avesse incontrato Gasperini 10 anni fa, sarebbe diventato uno dei 5 calciatori più forti al mondo. Se fosse stato alla Juve al posto di Dybala tutto il mondo parlava di lui”.

Poi Cassano ha elogiato anche Luis Alberto della Lazio e ha deciso di puntare ad occhi chiusi si un giovane di grande talento: 

«Luis Alberto? Giocatore fortissimo, grande merito a Inzaghi. Era un centrocampista estroso, ora è completo. Con Milinkovic e Immobile sta trascinando la Lazio». Il colpo del futuro? «Carrascal del River Plate, un Kakà di 20 anni».

(fonti articolo: dagospia.com con Francesco Persili  e Tiki Taka).