Coronavirus, Cristiano Ronaldo e Mendes donano 35 posti di terapia intensiva a Lisbona e Oporto

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 24 Marzo 2020 20:00 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2020 19:31
Coronavirus, Cristiano Ronaldo e Mendes donano 35 posti di terapia intensiva a Lisbona e Oporto

Coronavirus, Cristiano Ronaldo e Mendes donano 35 posti di terapia intensiva a Lisbona e Oporto

LISBONA (PORTOGALLO) – Cristiano Ronaldo scende in campo contro il coronavirus. Questa volta non è una fake news come quella che parlava dei suoi hotel di lusso da trasformare in ospedali (qui)

Cristiano Ronaldo ed il suo agente Jorge Mendes hanno donato tutto il materiale necessario per creare 35 nuovi reparti di terapia intensiva negli ospedali di  Lisbona e Oporto.

Le strutture interessate da queste donazioni saranno il Centro Hospitalar Universitário Lisboa Norte (CHULN), gli ospedali di Santa Maria e Pulido Valente e l’Hospital de Santo António.

Come scrive Il Corriere dello Sport, le nuove unità di terapia intensiva saranno denominate UCI Cristiano Ronaldo e UCI Jorge Mendes, in onore dei donatori.

Ronaldo sta trascorrendo questo periodo di quarantena nella sua lussuosa villa di Madeira, in Portogallo, dopo le sospensioni a tempo indeterminato di Serie A e Champions League per l’emergenza coronavirus. 

Cr7 è arrivato in Portogallo dopo la vittoria della Juventus contro l’Inter per stare vicino alla mamma che sta portando avanti la riabilitazione dopo essere stata ricoverata in ospedale per un ictus. 

Per fortuna Maria Dolores Aveiro sta bene ed è in grande ripresa tanto è vero che ha lasciato l’ospedale per proseguire la sua riabilitazione nella mega villa del figlio insieme a Cr7 ed al resto della famiglia (qui).