Coronavirus, la Serie A ha chiuso. Campionato congelato non si sa per quanto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Marzo 2020 11:48 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2020 11:49
Coronavirus, la Serie A ha chiuso. Campionato congelato non si sa per quanto

Coronavirus, la Serie A ha chiuso. Campionato congelato non si sa per quanto (Daniele Rugani nella foto Ansa)

ROMA – Campionato di Serie A e tutto il calcio italiano fermo (almeno per ora) fino al 3 aprile. Tutto chiuso causa coronavirus. La decisione era già stata presa, ma dopo il caso del calciatore della Juventus Daniele Rugani, positivo al coronavirus, arriverà quasi certamente la sospensione definitiva del campionato.

I giocatori di Juventus e Inter faranno 14 giorni di quarantena, ma anche i calciatori delle altre squadre hanno interrotto gli allenamenti. Ad aprire il fronte della sospensione è stata proprio una richiesta dell’Associazione italiana calciatori, che ha avanzato la proposta di considerare questo stop come un periodo di ferie.

I club del campionato si riuniranno ora venerdì e poi con la FIGC lunedì 23 marzo, la data in cui probabilmente si capirà che ne sarà della Serie A di quest’anno. Secondo le dichiarazioni del presidente federale Gabriele Gravina, se il campionato non potesse essere concluso come previsto dal calendario, le possibilità al vaglio di Lega e FIGC per rimediare sarebbero tre.

Cosa sarà della Serie A: gli scenari.

La prima opzione prevede il “congelamento” della classifica attuale e l’istituzione di playoff e playout per decidere promozioni e retrocessioni con dei piccoli tornei fra quattro squadre. La seconda ipotesi consiste nel non assegnare lo Scudetto né di retrocedere in Serie B le ultime tre classificate, ma di garantire soltanto le qualificazioni alle coppe europee del prossimo anno. L’ultima, infine, prevede il “congelamento” della classifica e l’assegnazione dello Scudetto in base all’ultima giornata completa disputata (la 24ª giornata), così come per le retrocessioni.