Coronavirus, Maradona: dal bacio a Tevez alla quarantena. Ecco perché è a rischio

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 14 Marzo 2020 15:54 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2020 15:54
Coronavirus, Maradona: dal bacio a Tevez alla quarantena. Ecco perché è a rischio

Coronavirus, Maradona: dal bacio a Tevez alla quarantena. Ecco perché è a rischio (foto Ansa)

BUENOS AIRES (ARGENTINA) – Diego Armando Maradona combatte il coronavirus restando in quarantena nella sua abitazione argentina. L’ex fuoriclasse del Napoli è a forte rischio per il suo quadro clinico pregresso.

A comunicare questa decisione, è il medico del Gimnasia La Plata, società di cui Maradona è allenatore. Le sue dichiarazioni sono riportate da calciomercato.com.

“Con Maradona stiamo prendendo decisione preventive . È isolato in un edificio e può stare solamente al piano terra visto che fa parte del gruppo di rischio.

Noi medici delle squadre di Superliga abbiamo suggerito alle autorità di sospendere sia le partite che gli allenamenti.

Siamo responsabili della situazione e anche prima che si verifichi un caso sappiamo quello che si dovrebbe fare”.

Maradona ha “visto la luce” ma all’inizio non ha affrontato l’emergenza del coronavirus nel migliore dei modi… 

L’ex fuoriclasse del Napoli allena il Gimnasia La Plata ma è un tifoso sfegatato del Boca Juniors così ha deciso di assistere dal vivo al match che avrebbe potuto assegnare lo scudetto alla vecchia squadra di De Rossi.

Il Boca, contro ogni pronostico, è riuscito a vincere lo scudetto superando all’ultimo istante i cugini del River Plate. Dopo il fischio finale, Maradona è sceso in campo per festeggiare e… altro che metro di distanza! 

Il tecnico del Gimnasia ha baciato in bocca l’ex campione della Juventus Carlos Tevez che adesso è la stella del Boca Juniors. Per fortuna non si è beccato il coronavirus ma ha capito che comportamenti come questi sono da evitare a tutti i costi.