Coronavirus, McLaren si ritira dal Gp Australia: un membro della scuderia è positivo

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 Marzo 2020 14:13 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2020 14:13
Coronavirus, McLaren si ritira dal Gp Australia: un membro della scuderia è positivo

Coronavirus, McLaren si ritira dal Gp Australia: un membro della scuderia è positivo (foto Ansa)

ROMA- Il coronavirus si è abbattuto anche sul Mondiale di Formula 1. La McLaren ha deciso di rinunciare al gran premio d’ Australia per la positività di un membro della scuderia. 

Gli altri tesserati della McLaren, compresi i piloti, sono stati sottoposti a tampone e sono stati messi in uno stato di quarantena preventiva. 

Buone notizie invece per la Haas. I tre membri della scuderia che avevano accusato dei malori sono risultati negativi al tampone per il coronavirus. In questo modo, la Haas può prendere regolarmente parte alle prove del Mondiale di Formula 1.

Nonostante la positività del tesserato della McLaren, la Federazione Internazionale Automobilistica (FIA) ha deciso di non sospendere il Mondiale di Formula 1. 

Questa scelta, ha mandato su tutte le furie il campione del mondo di Formula 1 in carica Lewis Hamilton. Riportiamo di seguito, lo sfogo a caldo del fuoriclasse inglese. 

“La federazione pensa solamente ai soldi. In un periodo come questo, andrebbe sospeso anche il Mondiale di Formula 1. 

Si stanno fermando tutte le altre discipline sportive, perché noi dobbiamo continuare a gareggiare? In questo modo mettiamo in pericolo noi stessi e le nostre famiglie. La decisione della FIA è irresponsabile”.