Coronavirus, Michela Persico: “Tampone l’8 marzo”. La Juventus: “No l’11”. Chi dice la verità?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Marzo 2020 19:18 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2020 19:18
Coronavirus, Michela Persico: "Tampone l'8 marzo". La Juventus: "No l'11". Chi dice la verità?

Coronavirus, Michela Persico: “Tampone l’8 marzo”. La Juventus: “No l’11”. Chi dice la verità? (foto Instagram)

TORINO – Ha creato un po’ di scompiglio l’intervista al portale TPI (The Post Internazionale) rilasciata da Michela Persico, la fidanzata del calciatore della Juventus Daniele Rugani, nella quale ricostruisce il caso della positività al coronavirus del difensore bianconero.

La giornalista, originaria di Alzano Lombardo (Bergamo), sostiene che il tampone a Rugani per la ricerca del virus è stato effettuato domenica 8 marzo, giorno di Juventus-Inter, e che l’esito gli è stato comunicato il 9.

La Juventus contesta questa ricostruzione e fa sapere che la data del test è mercoledì 11 marzo: l’analisi sarebbe stata effettuata al mattino, il responso consegnato alla sera.

Alle 23 dell’11 marzo il club bianconero ha diffuso il comunicato ufficiale della positività di Rugani, primo caso di calciatore della serie A reso noto.

Daniele Rugani non è l’unico calciatore della Juventus ad essere contagiato dal coronavirus, dopo di lui si sono ammalati anche il centrocampista francese Blaise Matuidi e l’attaccante argentino Paulo Dybala.

Per fortuna tutti e i tre i calciatori sono in buone condizioni di salute. E’ stata contagiata dal coronavirus anche Oriana Sabatini, fidanzata di Paulo Dybala. Per fortuna anche lei è in via di guarigione dopo aver accusato problemi respiratori, mal di testa e dolori alle ossa  (fonte Ansa).