Coronavirus, le Olimpiadi di Tokyo a rischio anche nel 2021

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Aprile 2020 9:40 | Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2020 9:40
Coronavirus, le Olimpiadi di Tokyo a rischio anche nel 2021

Coronavirus, le Olimpiadi di Tokyo a rischio anche nel 2021 (foto ANSA)

ROMA – “Se la pandemia non sarà sotto controllo nel 2021, le Olimpiadi saranno annullate”.

Lo ha sottolineato il presidente del comitato organizzatore dei Giochi Olimpici a Tokyo, Yoshiro Mori, in un’intervista al giornale giapponese Nikkan Sports. 

La pandemia da coronavirus ha già obbligato al rinvio delle Olimpiadi di Tokyo la cui apertura, al momento, è fissata per il 23 luglio 2021.

Il presidente del comitato organizzatore di Tokyo 2020 ha però avvertito che non sono possibili ulteriori rinvii e che quindi se entro la data prevista per i Giochi la pandemia non sarà sotto controllo, questi verranno cancellati.

Mori ha infatti risposto con un categorico “No” alla domanda se le Olimpiadi possano essere ulteriormente rinviate:

“In tal caso verranno cancellate”, ha detto nell’intervista al quotidiano giapponese Nikkan Sports.

Ricordando quindi che in precedenza i Giochi sono stati cancellati soltanto in tempo di guerra, Mori ha paragonato la lotta contro il coronavirus a quella contro un “nemico invisibile”.

Ma ha anche rassicurato che, se la pandemia sarà verrà tenuta con successo sotto controllo “terremo le Olimpiadi in pace la prossima estate”.

Qualche giorno fa era stato l’infettivologo giapponese Kentaro Iwata, professore all’Università di Kobe, a lanciare l’allarme, definendosi “pessimista” a proposito della possibilità di un regolare svolgimento delle Olimpiadi nell’estate 2021.

“Onestamente non la ritengo probabile – aveva affermato -, i Giochi richiedono che la pandemia sia sotto controllo ovunque dal momento che a Tokyo arriveranno atleti e spettatori da tutto il mondo.

Il Giappone potrebbe farcela entro luglio 2021, ma non credo che altrettanto si possa dire per tutto il resto del pianeta”.

Alla sua voce si è aggiunta quella di Yoshitate Yokokura, presidente dell’associazione dei medici del Paese:

“A meno che non venga sviluppato un vaccino efficace – ha spiegato -, penso che sarà difficile vedere le Olimpiadi il prossimo anno. Non sto dicendo che non dovrebbero svolgersi, l’epidemia però non si limita solo al Giappone ma è un problema mondiale”. (fonte ANSA)