Coronavirus, Riccardo Gaucci e la sua battaglia a Malta: “Il mio Floriana merita lo scudetto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2020 20:11 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2020 18:19
Coronavirus, Riccardo Gaucci e la sua battaglia a Malta: "Il mio Floriana merita lo scudetto"

Coronavirus, Riccardo Gaucci e la sua battaglia a Malta: “Il mio Floriana merita lo scudetto” (foto Ansa)

FLORIANA (MALTA) – Mentre il calcio di casa nostra discute se ripartire, c’è un italiano, perugino di adozione, che rivendica uno scudetto “vinto sul campo”.

E’ Riccardo Gaucci, presidente del Floriana, squadra di Malta dove il campionato è stato definitivamente fermato per l’emergenza coronavirus.
  

  “Quando è stato decretato lo stop – spiega parlando con l’ANSA – eravamo primi con tre punti di vantaggio sulla seconda, il Valletta.

La Federazione ha stabilito che parteciperemo al preliminare per la prossima Champions league ma non ha ancora deciso se assegnarci il titolo.

Che noi riteniamo nostro e legittimamente conquistato secondo quelle che sono le norme Uefa”.

    “Ho preso la squadra cinque anni fa – rivendica ancora Gaucci – e l’ho portata dall’anonimato a vincere una Coppa di Malta, una Supercoppa e a disputare un altro preliminare di Champions.

    Se la Federcalcio locale non ci assegnerà lo scudetto ci rivolgeremo alla Uefa e se necessario alla Fifa.

Ma non c’è dubbio che noi quel titolo lo abbiamo conquistato sul campo”.

Prima di approdare al Floriana, nel campionato maltese di calcio, Gaucci era stato dirigente del Perugia e presidente del Catania in Italia.

Ancor prima, aveva avuto una brillante carriera da giocatore di calcio a 5. 

A calcetto aveva vinto due scudetti e una Coppa Italia ed era riuscito anche a debuttare in Nazionale.
    (fonte ANSA).