Dal coronavirus alla tripletta, la storia di Marouane Fellaini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Luglio 2020 18:29 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2020 18:29
Dal coronavirus alla tripletta, la storia Marouane Fellaini

Dal coronavirus alla tripletta, la storia di Marouane Fellaini (foto Ansa)

Non solo Paulo Dybala, c’è un altro calciatore che è tornato alla grande dopo aver subito le pene dell’inferno per il coronavirus: è Marouane Fellaini.

Marouane Fellaini, stella della Nazionale Belga e dello Shandong Luneng, è tornato in campo con una tripletta dopo aver subito le pene dell’inferno a causa del coronavirus.

Il fuoriclasse belga ha dovuto attendere la ripresa del campionato cinese di calcio. Il campionato cinese è ricominciato solamente dopo controlli a tappeto su tutti i calciatori delle squadre.

Positivo al coronavirus lo scorso aprile, Marouane Fellaini è potuto tornare in campo festeggiando con una super tripletta.

Il calciatore belga, che aveva trascorso tre settimane in ospedale quando era risultato contagiato, si è messo subito in mostra nel campionato cinese:

grazie alle decisive tre reti di Fellaini lo Shandong Luneng ha battuto 3-2 il Dalian Pro di Rafa Benitez nel giorno della ripartenza del campionato asiatico.

Il calciatore belga è stato l’unico caso accertato di coronavirus della Super League cinese.

Il campione belga, 32 anni, l’unico caso accertato di positivo al Covid tra i giocatori della Super League cinese, è stato ricoverato in ospedale per tre settimane, anche se la sua squadra ha assicurato che non mostrava sintomi.

Il campionato cinese è ripreso sabato a porte chiuse in due città, Suzhou e Dalian, dopo cinque mesi di pausa a causa della pandemia (fonte Ansa).