Coronavirus, Walker (Manchester City) viola la quarantena per festino a luci rosse

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Aprile 2020 15:04 | Ultimo aggiornamento: 5 Aprile 2020 15:04
Coronavirus, Walker (Manchester City) viola la quarantena per festino a luci rosse

Coronavirus, Walker (Manchester City) viola la quarantena per festino a luci rosse (foto Ansa)

MANCHESTER (INGHILTERRA) – Una settimana fa invitava tutti a stare a casa per contrastare l’emergenza coronavirus ma poi lui stesso ha interrotto la quarantena per organizzare a casa sua un festino con un amico e due prostitute.

A finire nei guai è il giocatore del Manchester City Kyle Walker secondo quanto riporta oggi il tabloid “The Sun”.
  
  Il giocatore – ricorda il giornale inglese – a fine marzo, con altri calciatori (Dele Alli, Riyad Mahrez, James Maddison, Ben Chilwell) era stato intercettato in vari pub di Londra in piena pandemia.
 
   Il difensore ha chiesto scuse per l’accaduto, ma i media inglesi assicurano che sarà sanzionato dal Manchester City.

Manchester City, le scuse di Walker dopo il festino durante la quarantena da coronavirus.

“Voglio cogliere l’occasione per presentare scuse pubbliche per le scelte che ho fatto la scorsa settimana.

Capisco che la mia posizione di calciatore professionista porta la responsabilità di essere un modello.

In quanto tale, desidero scusarmi con la mia famiglia, i miei amici, la squadra di calcio, i tifosi e il pubblico per averli delusi”. 

Il comunicato del Manchester City sulla condotta scorretta di Walker.

“Siamo a conoscenza della storia raccolta da un giornale scandalistico sulla vita privata di Kyle Walker in relazione a una violazione del blocco del Regno Unito e delle regole di distanza sociale.

I calciatori sono modelli a livello globale e il nostro staff e i nostri giocatori hanno lavorato per supportare gli incredibili sforzi del SSN e di altri lavoratori chiave nella lotta al Coronavirus COVID-19, in ogni modo possibile.

Le azioni di Kyle  – conclude la nota ufficiale del City – hanno direttamente violato questi sforzi.

Siamo delusi dal sentire le accuse e notare la rapida dichiarazione e le scuse di Kyle.

Nei prossimi giorni la società condurrà una procedura disciplinare interna”

    (fonti The Sun e ANSA).