Coronavirus, Wanda Nara replica a Maxi Lopez: “I nostri figli sono più sicuri in Italia che in Argentina”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Aprile 2020 21:24 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2020 21:24
Wanda Nara, Ansa

Coronavirus, Wanda Nara replica a Maxi Lopez: “I nostri figli sono più sicuri in Italia che in Argentina” (foto Ansa)

ROMA – Wanda Nara, intervistata dal settimanale Chi, replica a Maxi Lopez che l’ha pubblicamente attaccata per essere rientrata in Italia con l’attuale marito, Mauro Icardi, e i suoi cinque figli, tre dei quali avuti proprio da lui.

La showgirl attacca: “Non ho portato i bimbi nel cuore della pandemia, viviamo fuori Como dove ci sono stati pochi casi e mi sento più sicura in Italia che in Argentina”.

“Maxi sa benissimo dove abitiamo – prosegue Wanda – io non sto a Como, ma in un paesino vicino Como dove ci sono pochissimi casi. E qui c’è la mia casa, mentre a Parigi dovevo lasciare quella in affitto, scadeva il contratto. Inoltre noi abbiamo deciso di rientrare consultandoci con il pediatra, un medico in prima linea con cui parlo tutti i giorni”.

Wanda Nara poi tiene a sottolineare che da Parigi tutti i giocatori sono ripartiti per i loro Paesi: “E noi ormai siamo italiani, se mi succede qualcosa preferisco che mi succeda qui, a casa mia. Il mio Paese è l’Italia, che mi ha dato e ci ha dato tutte le cose belle che abbiamo, per questo voglio stare qui”.

“Potevo – continua – anche prendere un volo privato per tornare in Argentina, invece abbiamo preso due macchine da Parigi, la mia e quella di Mauro, abbiamo diviso i bambini e abbiamo fatto 750 chilometri, nove ore e mezzo di viaggio, cantando mille milioni di canzoni senza mai fermarci”.

“Era – conclude – più rischioso andare in Argentina. Maxi, invece di essere felice per le mie attenzioni di madre…”. (Fonte: settimanale Chi).