Corsa Champions, cosa succede in caso di arrivo a pari punti: tutte le ipotesi

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 24 Aprile 2019 12:36 | Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2019 12:36
corsa champions

Corsa Champions League, cosa succede in caso di arrivo a pari punti: tutte le ipotesi

ROMA – Per il secondo anno consecutivo gli ultimi due posti Champions disponibili potrebbero essere decisi dagli scontri diretti. Se Juventus e Napoli sono ormai sicure di partecipare alla prossima edizione, situazione più complessa per quanto riguarda le ultime due caselle disponibili: sono sei infatti le squadre che possono ancora sperare e, in alcuni casi sognare, di partecipare alla più affascinante e ricca competizione europea.

Come dicevamo la classifica, a cinque giornate dal termine, dal terzo in giù recita: INTER (61), MILAN (56), ATALANTA (56), ROMA (55), TORINO (53), LAZIO (52).

Il regolamento della Serie A prevede infatti che nel caso due squadre arrivino a pari punti (come Milan e Atalanta in questo momento), per determinare la classifica vengano presi in considerazione innanzitutto i punti negli scontri diretti. In caso di ulteriore parità, le discriminanti sono: differenza reti negli scontri diretti, differenza reti generale, maggior numero di reti segnate in generale, sorteggio. Se tre o più squadre arrivano a pari punti, verrà considerata la classifica avulsa, stilata esclusivamente sulla base degli scontri diretti tra le squadre coinvolte.

LEGGI ANCHE: Corsa Champions, il calendario di Milan, Atalanta, Roma, Torino e Lazio

INTER: i nerazzurri sono in vantaggio su Milan e Lazio negli scontri diretti. Il doppio pareggio nelle sfide con la Roma renderebbe determinante la differenza reti generale: attualmente l’Inter è a +24, la Roma è a +12. L’Inter sarebbe invece sfavorita in caso di parità di punteggio con Atalanta e Torino.

MILAN: l’arrivo a pari punti con Atalanta, Lazio e Roma vedrebbe in vantaggio i rossoneri. Il contrario di quello che accadrebbe con l’Inter, visti i due derby persi. Da decidere ancora con il Torino (0-0 all’andata).

ATALANTA: in vantaggio con l’Inter e in svantaggio con Milan e Torino. Doppio 3-3 con la Roma: sarebbe avvantaggiata la squadra con la migliore differenza reti, attualmente nerazzurri a +24, giallorossi a +12. Tra due giornate ci sarà il match con la Lazio (1-0 per i bergamaschi all’andata).

ROMA: con Inter e Atalanta varrebbe la differenza reti (per ora i giallorossi in netto svantaggio). In vantaggio solo col Torino e sfavoriti anche in caso di arrivo a pari punti con Milan e Lazio.

TORINO: due partite cruciali da disputare col Milan (0-0), e con la Lazio (1-1). Il Toro ha fatto meglio negli scontri diretti con Inter e Atalanta, mentre contro la Roma ha perso due volte.

LAZIO: in attesa di ospitare l’Atalanta (sconfitta 1-0 all’andata) e far visita al Torino (1-1) i biancocelesti partono da posizione di vantaggio solo con la Roma, mentre è sotto nel confronto con le milanesi.