Manchester City, troppi contagi da Covid: rinviata a data da destinarsi la partita con l’Everton

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Dicembre 2020 20:15 | Ultimo aggiornamento: 28 Dicembre 2020 20:15
manchester cty everton

Manchester City, troppi contagi da Covid: rinviata a data da destinarsi la partita con l’Everton (foto Ansa)

Covid in Premier League. Per via della pandemia che sta colpendo fortemente la Gran Bretagna, il big-match tra Manchester City e Everton è stato rinviato.

Covid, troppi contagiati nelle file del Manchester City

Troppi contagiati nelle file del Manchester City. La partita era in programma la sera di oggi, lunedì 28 dicembre.

Nel pomeriggio la decisione del rinvio presa dalla Lega inglese a causa delll’aumento dei contagi nelle file del Manchester City.

Everton-Manchester City la seconda gara rinviata in questa stagione

Everton-Manchester City è la seconda gara di Premier League rinviata in questa stagione a causa del Covid. L’altra era stata Aston Villa-Newcastle di inizio dicembre. 

L’Everton di Carlo Ancelotti attualmente occupa il secondo posto e si trova a -3 dal Liverpool.

Il City di Pep Guardiola si trova altri 3 punti indietro.

Non è al momento noto quando verrà giocato il big-mach che fa parte della 17esima giornata. Una  settimana fa il Manchester City aveva comunicato quattro casi di positività al Covid-19.

Si tratta di  Gabriel Jesus, Kyle Walker e di due membri dello staff tecnico tutti finiti in quarantena dallo scorso 25 dicembre. A questi casi, nelle ultime ore se ne sono aggiunti altri.

E non finisce qui: il centro sportivo del Manchester City, ha comunicato dalla società, resterà chiuso fino a data da destinarsi in attesa della sanificazione.

Premier League: “Incontro rinviato in via precauzionale”

Annunciando la decisione, presa in accordo con i due club, la Premier League ha spiegato che l’alto numero di casi positivi ha creato “incertezza”, spingendo il comitato agonistico ad accogliere “l’indicazione della struttura medica per posticipare l’incontro”.
 
“Il consiglio è convenuto sull’opportunità di rinviare l’incontro in via precauzionale, in attesa che vengano effettuati nuovi test” ha fatto sapere la Premier.
 
“La decisione è stata presa per tutelare innanzitutto la salute dei giocatori e dei membri dello staff tecnico”.
 
“La Premier continua ad avere la massima fiducia nei suoi protocolli, nelle sue regole, e nel modo in cui vengono implementate al meglio dai club”.
 
Il prossimo impegno del City è previsto domenica 3 gennaio in casa del Chelsea, prima della semifinale della Coppa di Lega, il 6 gennaio, sul campo del Manchester United.
 
Prima della ripresa degli allenamenti, però, il City ha fatto sapere che tutti i tesserati verranno nuovamente sottoposti a test.
 
I test serviranno a scongiurare ogni rischio che “il virus possa ulteriormente diffondersi” dopo che la “sicurezza della bolla sanitaria della squadra è stata compromessa” (fonte: goal.com, Ansa)