Crisi/Calcio, Della Valle: pagare meno i calciatori per rispetto dei tifosi

Pubblicato il 10 Marzo 2009 2:13 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2009 2:13

Il presidente onorario della Fiorentina, Diego Della Valle, parla apertamente, per la prima volta, di una doverosa riduzione dei costi nel mondo del calcio. Colpa della crisi finanziaria che sta per toccare anche il paradiso-rifugio degli italiani: il calcio appunto.

“Prima o poi bisognerà parlare di abbassare i costi gestionali – ha detto Della Valle – a cominciare dagli ingaggi, perchè nei prossimi anni molti sponsor ridimensioneranno i loro budget e le spese per la pubblicità. Ci vuole un’intesa a livello europeo: bisognerà trovare la quadratura, un punto d’incontro. Perché questi costi non hanno nessun senso se pensiamo ai sacrifici che compiono i semplici appassionati”.

Va detto che un abbassamento dei costi si era già reso necessario in molte società calcistiche del nostro Paese, a causa dello sbilanciato rapporto tra spese e ricavi: non è certo una novità. Essere il presidente di una squadra di calcio in Italia, tranne alcune rare eccezioni, non è mai stato molto redditizio.