Cristiano Lucarelli: “Calciatori privilegiati? Un cliché. In C guadagnano come operai…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Aprile 2020 16:15 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2020 16:15
Cristiano Lucarelli: "Calciatore privilegiati? Un cliché. In c guadagnano come operai..."

Cristiano Lucarelli: “Calciatore privilegiati? Un cliché. In c guadagnano come operai…” (foto Ansa)

LIVORNO – Cristiano Lucarelli, ex attaccante del Livorno e della Nazionale Italiana, si sfoga ai microfoni di Tutti Convocati su Radio 24.

Secondo Lucarelli, l’immagine del calciatore ricco con macchinone e velina al seguito è solamente un cliché.

Per l’ex attaccante del Livorno, ci sono tanti calciatori che stanno facendo la fame in Serie C alla stessa stregua degli operai.

Le dichiarazioni rilasciate dall’ex calciatore del Livorno e della Nazionale Italiana a Tutti Convocati su Radio 24 sono riportate da dagospia.com.

“Mi inca… come una bestia quando sento i discorsi sui calciatori privilegiati.

Nell’immaginario collettivo il calciatore è sposato con la velina, gira in Ferrari e va in discoteca.

In Serie A e B ci sono cinquecento calciatori, in Lega PRO ce ne sono millecinquecento che guadagnano come un lavoratore normale”.

Nel corso della sua carriera da calciatore professionista, Lucarelli ha giocato in tre Nazioni (Italia, Spagna e Ucraina) segnando complessivamente 221 gol in 551 partite.

Cristiano Lucarelli ha anche vestito per sei volte la maglia della Nazionale Italiana di Calcio mettendo a segno tre gol (doppietta al Sudafrica e rete alla Serbia e Montenegro che in quel periodo formavano un’unica Nazionale).

Cristiano Lucarelli ha vinto la classifica marcatori di Serie A nel 2005 con 24 gol all’ attivo.