Cristiano Ronaldo, ex calciatrice Juve getta ombre: “Non potevamo parlare del caso Mayorga”

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 22 Luglio 2019 12:49 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2019 7:57
Ex calciatrice Juve getta ombre sul caso Mayorga e Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo e Kathryn Mayorga, la donna che lo ha accusato di violenza carnale

ROMA – Petronella Ekroth, ex giocatrice svedese della Juventus femminile, ha raccontato della sua esperienza nel campionato italiano ai microfoni del quotidiano Expressen: “Succedevano delle cose strane, ad esempio non potevamo parlare del caso di presunto stupro di Cristiano Ronaldo nei confronti di Kathryn Mayorga“. 

La ex bianconera, ora tornata in patria, se da un lato tende la mano alla sua ex società (“capisco perché la Juventus lo faccia”), dall’altro però getta ombre: “Ho vissuto momenti speciali, ma le mie idee sul rispetto delle persone sono diverse. Penso che le straniere non siano trattate allo stesso modo delle italiane”. 

“Mi è sembrato un po’ come se fossi in una prigione – ha aggiunto la Ekroth -. Ci sono state situazioni in cui a volte mi sono chiesta se fossi a Candid Camera. Non potevo davvero fare tutto ciò che volevo. Puoi mostrare un lato della medaglia, ma c’è molto di più che rimane nascosto, quello di cui purtroppo non si può parlare o mostrare e così via. ​Sei molto limitato in tante cose. Alcune che puoi fare e altre che non vanno bene. Ho sentito come se potessi perdere un po’ di me stessa. È stato difficile”. (fonte EXPRESSEN)