Cristiano Ronaldo alla Juventus, Monchi: “Un bene per la Serie A”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 luglio 2018 17:31 | Ultimo aggiornamento: 7 luglio 2018 17:32
Cristiano Ronaldo alla Juventus, Monchi: "Un bene per la Serie A"

Cristiano Ronaldo alla Juventus, Monchi: “Un bene per la Serie A” EPA/MOHAMED MESSARA

ROMA – L’invito a Trigoria è per la conferenza stampa di presentazione di Ante Coric e William Bianda, ma alla fine a prendersi la scena è ancora una volta colui che sta allestendo la nuova Roma, ovvero Monchi [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. Il direttore sportivo non dribbla nessun argomento, e anzi annuncia un altro arrivo, il decimo della campagna acquisti estiva giallorossa: si tratta del 21enne brasiliano Daniel Fuzato, proveniente dal Palmeiras, che arriverà nella Capitale per fare il terzo portiere.

Insomma Monchi non si ferma un attimo e, come ammette lui stesso, è talmente impegnato da non aver seguito l’operazione Cristiano Ronaldo-Juventus. “Ma se alla fine dovesse arrivare penso sarà un bene per il campionato italiano” si limita a dire lo spagnolo, escludendo poi in maniera netta un interesse per Mertens del Napoli: “Non è un nostro obiettivo. Ziyech? Mi è sempre piaciuto e non posso dire al 100% che non ci interessa, ma oggi nel suo ruolo ne abbiamo già tanti”. A premere al ds è piuttosto il futuro di Florenzi.

“A che punto è la trattativa per il rinnovo di contratto? Non ci sono stati molti passi avanti, è una negoziazione difficile perché è un grande giocatore” ricorda, sottolineando però che “la Roma ha fatto una grande offerta, molto interessante e che ritengo giusta, ma capisco anche che la sua richiesta è superiore. Stiamo lavorando e sono fiducioso, ma a dire la verità non è cambiato tanto negli ultimi giorni. Se c’è un ultimatum? Alessandro è un figlio cresciuto qui alla Roma e non ci saranno mai ultimatum per lui. A prescindere da quello che accadrà, uscirà sempre dalla porta principale di Trigoria. Io sto lottando tutti i giorni per farlo rinnovare, e sono fiducioso, ma è vero che manca ancora un po’”. Tutto fatto invece per i giovani Coric e Bianda che indosseranno rispettivamente la maglia 19 e 28 nella prima stagione in giallorosso. Sul croato c’è tanta curiosità visti i continui accostamenti al connazionale Modric.

“Il paragone con lui mi lusinga, spesso dicono che il mio stile si avvicina al suo, ma io devo ancora crescere, migliorare molto – ammette l’ex Dinamo Zagabria -. Le mie aspettative? Sono arrivato con molta voglia di dimostrare in campo quello che valgo ma starà all’allenatore decidere quanto giocherò. Sono un centrocampista offensivo, ma devo sicuramente migliorare nella fase difensiva”.

Fase in cui sicuramente si trova a suo agio Bianda, prelevato a 18 anni dal Lens: “Questo trasferimento suppone un grande cambiamento per me. Spero e credo che tutto andrà per il meglio. Il paragone con Varane? È vero, in Francia si fa spesso perché veniamo dallo stesso club, abbiamo fatto lo stesso settore giovanile. Lui è un campione già affermato, è uno dei difensori a cui guardo”.

CLICCA QUI per il tabellone completo dei Mondiali.

Tutti i gironi dei Mondiali:

  • Gruppo A: Russia, Arabia Saudita, Egitto e Uruguay.
  • Gruppo B: Portogallo, Spagna, Marocco e Iran.
  • Gruppo C: Francia, Australia, Perù e Danimarca.
  • Gruppo D: Argentina, Islanda, Croazia e Nigeria.
  • Gruppo E: Brasile, Svizzera, Costa Rica e Serbia.
  • Gruppo F: Germania, Messico, Svezia e Corea del Sud.
  • Gruppo G: Belgio, Panama, Tunisia e Inghilterra.
  • Gruppo H: Polonia, Senegal, Colombia e Giappone.