Cristiano Ronaldo, lite con Sarri durante Juventus-Torino: i motivi

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 4 Luglio 2020 18:33 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2020 18:33
Cristiano Ronaldo, lite Sarri durante Juventus-Torino: i motivi

Cristiano Ronaldo, lite con Sarri durante Juventus-Torino: i motivi (foto Ansa)

Brutta lite tra Cristiano Ronaldo e Maurizio Sarri nel corso del primo tempo del derby Juventus-Torino. Nella prima frazione di gioco, Cr7 non ha segnato ed era piuttosto nervoso per essere fuori dal gioco.

Così Ronaldo si è lamentato con Sarri di ricevere pochi palloni. In questi stadi senza tifosi, per le ormai note vicende del coronavirus, si sente tutto. Così le proteste di Ronaldo nei confronti di Sarri sono state ascoltate da tutti.

Come ha replicato Sarri? Con una calma olimpica. Niente strilli, né imprecazioni. Il tecnico della Juventus ha detto a Cr7 di mantenere la sua posizione in campo. 

Ma è proprio questo il problema… Ronaldo detesta giocare da esterno perché non ha più 20 anni. 

Il fisico del portoghese è scolpito ma la velocità non è più quella dei tempi migliori. Il Ronaldo esterno arriva davanti alla porta con poca lucidità e non dispone di molte occasioni da gol. 

Cr7  è completamente oscurato da Dybala, calciatore che è il migliore in campo da diverse partite.

Dybala gioca dove vorrebbe stare Ronaldo. E’ lui il ‘numero nove’ della Juventus (anche se ha la maglietta numero dieci…).

Sarri ha deciso e Cristiano Ronaldo non riesce a mandare giù il boccone amaro. Il centravanti della Juventus è Dybala. Cr7 deve fargli da gregario correndo il doppio dell’argentino nella posizione di esterno d’attacco.

Ronaldo non è d’accordo e le liti con Sarri sono destinate a durare in eterno perché tra loro non è mai scoppiata la scintilla.