Niente premio e sedia vuota, Cristiano Ronaldo diserta galà Uefa: Modric in trionfo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 agosto 2018 21:25 | Ultimo aggiornamento: 30 agosto 2018 21:30
Cristiano Ronaldo assente, Modric miglior calciatore della Champions League

Cristiano Ronaldo assente, Modric miglior calciatore della Champions League (Ansa)

PRINCIPATO DI MONACO – Modric ha vinto il premio come miglior calciatore della Champions League, un gustoso aperitivo di quello che potrebbe essere il verdetto per il prossimo Pallone d’Oro. Cristiano Ronaldo non ha partecipato a questo passaggio di consegne perché, nonostante fosse atteso un po’ da tutti, non era presente alla premiazione [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

La sedia vuota accanto a Luka Modric e Mohamed Salah è quella che era riservata a Cristiano Ronaldo, in lizza con il croato e l’egiziano per il premio Uefa di giocatore dell’anno della Champions League della passata stagione. CR7 non si vede a Montecarlo, né si vedrà. Pare perché non abbia preso bene la scelta di tecnici e giornalisti di premiare Modric. E non è bastata l’assegnazione del riconoscimento di miglior attaccante: Ronaldo diserta il Grimaldi forum, sede del sorteggio della Champions e dell’assegnazione dei premi Uefa. Il dg della Juve, Giuseppe Marotta, spiega l’assenza di CR7 come una ”decisione personale e privata da rispettare”.

Il dirigente bianconera non nasconde l’amarezza della Juventus per il premio mancato: “Lo dico da dirigente, siccome il premio si riferisce alla Champions League e non al Mondiale, ritengo che CR7 ha regalato grandi emozioni in questa competizione. Non tolgo niente alla decisione di giornalisti e allenatori. Io avrei votato Ronaldo”.

“Quella di non venire è stata una decisione personale di Cristiano, che vogliamo rispettare – ha aggiunto Marotta – La critica che facciamo riguarda una profonda amarezza per questa decisione, perché il premio si riferisce alla Champions League e non al Mondiale e ritengo che Cristiano Ronaldo abbia regalato le miglior emozioni della scorsa edizione e anche dei fantastici gol.

Non tolgo nulla a quella che è stata la decisione di giornalisti e allenatori, ma io avrei votato per Cristiano Ronaldo e lo dico da appassionato di calcio. La sua assenza è una scelta personale e privata – ha concluso il dirigente bianconero – non ha nulla a che fare con la Juventus e va rispettata. Sarebbe bello per noi annoverare dei calciatori tra quelli premiati, ma il calcio è uno sport di squadra e affronteremo questa Champions con grande determinazione”.