Perché Cristiano Ronaldo non segna più su punizione? Lo spiega il Dr. Rajpal Brar

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 23 Aprile 2020 16:58 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2020 16:58
Perché Cristiano Ronaldo non segna più su punizione? Lo spiega il Dr. Rajpal Brar

Perché Cristiano Ronaldo non segna più su punizione? Lo spiega il Dr. Rajpal Brar (foto Ansa)

TORINO – A Madrid e a Manchester, Cristiano Ronaldo segnava valanghe di gol su punizione ma alla Juventus non c’è ancora riuscito in due anni.

Eppure Cristiano Ronaldo ha calciato veramente tante punizioni tanto da essere ultimo nella classifica dei gol su punizione.

Perché Cristiano Ronaldo non segna più su punizione? Il Dr. Rajpal Brar, fisioterapista e medico sportivo, ha provato a fornire una spiegazione scientifica.

Nel corso della sua esperienza bianconera, Ronaldo non ha subito infortuni gravi ma tante micro lesioni che gli hanno causato uno stress fisico prolungato.

Secondo il Dr. Rajpal, questi infortuni sarebbero una delle cause della sua scarsa vena realizzativa su punizione.

L’altro motivo, sarebbe la sua routine prima dell’esecuzione della punizione. 

Secondo il Dr. Rajpal, Ronaldo non deve partire più con le gambe larghe perché questo lo bloccherebbe psicologicamente.

Per spiegare questa ultima affermazione, il Dr. Rajpal ha fatto l’esempio della stella NBA  DeAndre Jordan.

In un primo momento, DeAndre Jordan era tra i peggiori tiratori di liberi della NBA visto che aveva una percentuale realizzativa del 41%.

Da quando ha cambiato la sua tecnica di esecuzione, dopo ore ed ore di allenamenti, riesce a tirare con più del 70%.

Quindi secondo il Dr. Rajpal, Ronaldo deve sbloccarsi psicologicamente come DeAndre Jordan.