Cristiano Ronaldo, ecco come la Juventus l’ha preso. I retroscena della trattativa del secolo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 luglio 2018 8:25 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2018 8:27
Cristiano Ronaldo alla Juventus, i retroscena e le date della trattativa

Cristiano Ronaldo alla Juventus, i retroscena e le date della trattativa

ROMA – 3 aprile 2018: qui inizia il contatto tra Cristiano Ronaldo e la Juventus. E’ il giorno dell’andata dei quarti di finale di Champions League. L’ossessione della Juventus di Andrea Agnelli che in Italia vince tutto e in Europa ancora non riesce a imporsi. Il Real Madrid travolge i bianconeri. Finisce 0-3. Ma dopo il pazzesco gol in rovesciata di Cristiano Ronaldo il pubblico della Juventus, ossessioni europee o no, si alza in piedi e applaude il portoghese.

Cristiano Ronaldo rimane incantato. Lui tanto criticato dai tifosi del Real malgrado i gol e i trofei portati. Lui lasciato solo dalla società dopo le vicende col fisco spagnolo, viene applaudito dai tifosi rivali. “L’applauso mi ha emozionato” dice a fine partita. Da qui inizia la trattativa tra il portoghese e i bianconeri.

Cristiano Ronaldo [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] ne parla con il suo agente, Jorge Mendes. Il portoghese a sua volta inizia a sondare il terreno con la Juventus. L’agente e la società bianconera iniziano a lavorare sottotraccia.

Il 26 giugno Mendes incrocia all’aeroporto di Caselle Marotta e Paratici. I due dirigenti della Juventus quel giorno stavano aspettando un altro assistito dal procuratore portoghese: Cancelo. E’l’unica volta che il procuratore di Cristiano Ronaldo e i dirigenti della Juventus vengono visti insieme in pubblico.

Florentino Perez e Cristiano Ronaldo stringono un accordo verbale. Per andare via Perez non chiederà la clausola (1 miliardo di euro tondo tondo) ma almeno 100 milioni. La trattativa tra Juventus e Cristiano Ronaldo allora decolla. L’affare è fattibile. Cristiano Ronaldo fa sapere di voler andare via: “Se valgo 100 milioni non mi vogliono”.

Ieri il colpo finale: Andrea Agnelli vola in Grecia dove Cristiano Ronaldo è in vacanza. Li raggiunge Jorge Mendes, con cui si definiscono gli ultimi dettagli. Poi, la stretta di mano. Alle 17.32 arriva il comunicato del Real Madrid: “Il club comunica che, rispettando la volontà del giocatore Cristiano Ronaldo, ha trovato l’accordo per il suo trasferimento alla Juventus”. Alle 18.50 la lettera di Ronaldo: “Ho riflettuto molto e so che è il momento di aprire un nuovo ciclo”.