Cristiano Ronaldo: “Il rigore c’era. Non capisco le proteste della Juve”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 aprile 2018 23:53 | Ultimo aggiornamento: 11 aprile 2018 23:53
Cristiano Ronaldo: "Il rigore c'era. Non capisco le proteste della Juve"

Cristiano Ronaldo: “Il rigore c’era. Non capisco le proteste della Juve”

ROMA – Cristiano Ronaldo, che con un rigore all’ultimo minuto ha eliminato la Juve, non capisce le proteste juventine: “Lucas è stato atterrato da dietro. Il penalty è giusto – dice CR7 al termine della partita – Perché protestare? Sapevo che il mio rigore sarebbe stato decisivo. E grazie a Dio, ho segnato. Io e il Real siamo felici”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Di tutt’altro avviso Gigi Buffon, letteralmente furioso al termine della partita:

“Rigore? Era sicuramente una azione dubbia, ed una azione dubbia al 93′ dopo che all’andata non ci hanno dato un rigore . Non puoi infrangere il sogno di una squadra che ha messo tutto in campo per 90 minuti. L’arbitro si è reso protagonista, un essere umano non può fischiare un episodio stra-dubbio, dopo una gara del genere. Al posto del cuore hai un bidone dell’immondizia se dai un rigore del genere”.

“Se un arbitro non ha la personalità giusta – dice ancora Buffon -deve stare sugli spalti a mangiare patatine con la moglie. Non ha avuto coraggio e personalità per stare a quei livelli. Cosa ho detto all’arbitro? Doveva capire il disastro che stava facendo, se non hai la sensibilità giusta, se non ce la fai ad arbitrare certe partite stai sugli spalti a mangiare patatine ripeto. L’arbitro ha fatto la sua partita, ha fatto quello che doveva fare. Il problema è proprio quello”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other