Ronaldo tasse smemorato: 19 milioni al fisco spagnolo per evitare il carcere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 luglio 2018 11:27 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2018 11:27
Ronaldo tasse smemorato: 19 milioni al fisco spagnolo per evitare il carcere

Ronaldo tasse smemorato: 19 milioni al fisco spagnolo per evitare il carcere

ROMA – La Agenzia delle Entrate spagnola, comunemente chiamata Hacienda, ha accettato la proposta di rientro, e quindi ‘conciliazione’, di Cristiano Ronaldo. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Il fuoriclasse portoghese neo-juventino verserà 18,8 milioni di euro nelle casse dello Stato spagnolo e sarà condannato a 2 anni di carcere, anche se quest’ultima condanna sarà sospesa in cambio della dichiarazione di colpevolezza di quattro diversi ‘delitti fiscali’ dal 2011 al 2014.

“Le accuse – scrive El Pais sulla sua versione online – imputavano a Cristiano Ronaldo quattro reati contro l’Hacienda Pubblica, commessi tra il 2011 e il 2014 che presumevano una frode fiscale di 14.768.897 euro (1,39 milioni nel 2011, 1,66 nel 2012, 3,20 nel 2013 e 8,5 nel 2014”. Un campione un po’ smemorato, diciamo così, quanto ad affidabilità fiscale: in Italia, però, troverà un regime fiscale abbastanza accomodante, visto che pagherà quelle sullo stipendio (enorme, i 30 milioni l’anno assicurati dalla Juventus) ma verserà solo 100mila euro forfettari sui 20 milioni circa stimati di proventi realizzati all’estero.

Del resto, più che un semplice calciatore, Ronaldo è al centro di una galassia societaria che ruota intorno a una fortuna valutata 300 milioni di euro, sparsi nei forzieri di mezzo mondo, con  predilezione per Svizzera e altri paradisi fiscali.