Mondiali 2018, Croazia batte Inghilterra e va in finale con la Francia: è la prima volta nella sua storia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 luglio 2018 22:47 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2018 22:48
Mondiali 2018, Croazia batte Inghilterra e va in finale con la Francia: è la prima volta nella sua storia

Mondiali 2018, Croazia batte Inghilterra e va in finale con la Francia: è la prima volta nella sua storia (Ansa)

MOSCA – Croazia-Inghilterra 2-1 dopo i tempi supplementari, gol: Kieran Trippier 5′, Ivan Perisic 67′ e Mario Mandzukic 108′ [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

La Croazia ha vinto 2-1 in rimonta contro l’Inghilterra dopo i tempi supplementari e si è qualificata alla finalissima dei Mondiali per la prima volta nella sua storia. La Nazionale allenata da Dalic affronterà la Francia domenica prossima alle ore 17.00 a Mosca. Gli inglesi erano passati in vantaggio con una punizione di Trippier al 5′ ma la Croazia ha ribaltato la partita grazie a due calciatori che giocano nel campionato italiano.

Al 67′ è arrivato il pareggio dell’interista Ivan Perisic e al 108′, nel corso dei tempi supplementari, lo juventino Mario Mandzukic ha segnato la rete decisiva ai fini della qualificazione alla finalissima Mondiale. La Croazia dovrà vedersela contro una Francia che è alla sua terza finale ai Mondiali di calcio. Dopo il trionfo contro il Brasile nel 1998, è arrivata la sconfitta ai rigori contro l’Italia nel 2006. La Francia arriva all’atto finale della competizione grazie a una vittoria di misura contro il Belgio (qui l’approfondimento).

L’Inghilterra è partita a cento all’ora contro la Croazia. Al 5′ ha sbloccato la partita con un gol di Kieran Trippier. Il terzino del Tottenham ha segnato su calcio di punizione non lasciando scampo al portiere croato Subasic.

Sette minuti dopo, al 12′, l’Inghilterra ha sfiorato il raddoppio con un colpo di testa del “solito” Harry Maguire. Il calciatore inglese che, sempre su palla da fermo, era andato in gol nei quarti di finale contro la Svezia.

Al 22′ Ivan Perisic ha provato a svegliare la sua squadra cercando il gol con un destro dalla lunga distanza che non è riuscito a sorprendere Pickford.
Al 30′ l’Inghilterra ha fallito il raddoppio con Harry Kane. Il capocannoniere dei Mondiali 2018, autore di una prestazione mediocre, ha calciato addosso a Subasic, ha raccolto la respinta del portiere croato  e ha colpito il palo da posizione defilata.

Questa clamorosa occasione da gol fallita dall’Inghilterra ha provocato la reazione della Croazia che, un minuto dopo, ha avuto una ottima occasione da gol con Rebic ma Pickford è riuscito a bloccare la sua conclusione potente ma centrale.

Nella fase finale del primo tempo, l’Inghilterra ha saputo contenere gli attacchi della Croazia e ha chiuso la prima frazione di gioco sul punteggio di uno a zero.

La Croazia ha iniziato il secondo tempo con un piglio diverso. Dopo una fase di dominio territoriale, la Croazia ha pareggiato i conti al 68′ con Ivan Perisic. Il calciatore dell’Inter ha segnato in acrobazia su assist dell’ex Sassuolo Vrsaljko.
Al 71′ Perisic ha avuto l’occasione da gol per il sorpasso ma il suo tiro a botta sicura è stato respinto dal palo a Pickford battuto.

Croazia e Inghilterra non sono riuscite a superarsi nei novanta minuti e il match è proseguito ai tempi supplementari.
Negli extra time la prima vera occasione da gol è capitata all’Inghilterra al 98′. Il difensore “bomber” Stones ha colpito di testa a botta sicura ma la sua conclusione è stata salvata sulla linea di porta da Lovren.

Al 105′ la Croazia ha risposto all’Inghilterra con la palla gol di Mario Mandzukic. Il centravanti della Juventus ha anticipato i difensori avversari e ha calciato di prima intenzione su assist di Perisic. Solamente una parata miracolosa di Pickford gli ha negato la gioia del gol deviando la sua conlusione in calcio d’angolo.
Al 107′ Marcelo Brozovic si è liberato dalla marcatura della difesa inglese e ha calciato di prima intenzione su assist di Perisic senza trovare lo specchio della porta avversaria da ottima posizione.

L’occasione sciupata da Brozovic è stata il preludio al secondo gol croato che è arrivato un minuto dopo. Al 108′ Perisic ha servito Mario Mandzukic nell’area di rigore dell’Inghilterra. Il centravanti della Juventus ha eluso la marcatura di Stones e ha insaccato la sfera in rete con un diagonale di sinistro.
A questo punto l’Inghilterra si è giocata la carta della disperazione inserendo in campo anche l’altro centravanti, Jamie Vardy, ma gli attacchi sono stati confusi e la difesa della Croazia è riuscita a non subire gol. La Croazia si è qualificata per la prima volta alla finale dei Mondiali, l’Inghilterra dovrà accontentarsi della finale terzo e quarto posto contro il Belgio.

Gli highlights di Croazia-Inghilterra

108′ Croazia in vantaggio nei supplementari. Gol di Mario Mandzukic su assist di Ivan Perisic.

71′ Perisic vicino alla doppietta. La sua conclusione ha colpito il palo a Pickford battuto.

67′ Pareggio della Croazia. Gol di Ivan Perisic su assist di Vrsaljko.

30′ Harry Kane fallisce una clamorosa occasione da gol. Prima ha calciato su Subasic, poi ha colpito il palo a porta vuota.

5′ Inghilterra in vantaggio sulla Croazia, gol su calcio di punizione di Kieran Trippier.

Le pagelle di Croazia-Inghilterra 2-1
Croazia (4-1-4-1): Subasic 6; Vrsaljko 7, Lovren 6, Vida 6, Strinic 6; Brozovic 6.5; Rebic 6, Rakitic 6.5, Modric 7, Perisic 8; Mandzukic 7.5. Pivaric 6, Badelj 6, Corluka 6 e Kramaric 6.5. CT: Dalic 7.
Inghilterra (3-5-2): Pickford 6.5; Walker 5.5, Stones 5.5, Maguire 6; Trippier 7, Lingard 6.5, Henderson 5.5, Alli 5.5, Young 5.5; Sterling 5.5, Kane 5. Rashford 5.5, Rose 5.5, Jamie Vardy 5.5 e Dier 5.5. CT: Southgate 5.

CLICCA QUI per il tabellone completo dei Mondiali.

Tutti i gironi dei Mondiali:

  • Gruppo A: Russia, Arabia Saudita, Egitto e Uruguay.
  • Gruppo B: Portogallo, Spagna, Marocco e Iran.
  • Gruppo C: Francia, Australia, Perù e Danimarca.
  • Gruppo D: Argentina, Islanda, Croazia e Nigeria.
  • Gruppo E: Brasile, Svizzera, Costa Rica e Serbia.
  • Gruppo F: Germania, Messico, Svezia e Corea del Sud.
  • Gruppo G: Belgio, Panama, Tunisia e Inghilterra.
  • Gruppo H: Polonia, Senegal, Colombia e Giappone.