Crotone-Napoli, Vrenna: “Mano di Mertens? Scandaloso non dare il rigore”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 dicembre 2017 0:10 | Ultimo aggiornamento: 30 dicembre 2017 0:10
mertens-mano

L’episodio del fallo di mano di Mertens

CROTONE – “Salutatemi il Var”. È ironico il presidente del Crotone Gianni Vrenna, mentre lascia lo stadio dopo la sconfitta e dopo aver visto negato un netto rigore a favore della sua squadra per un fallo di mano di Mertens. Fallo per il quale il direttore di gara non ha neppure ritenuto di consultare la Var.

“Non so se è legale intervenire nel cuore dell’area con le due braccia ravvicinate. Spesso per episodi analoghi è stato dato il rigore”, dice Vrenna, che protesta anche per il fallo di Maggio ai danni di Ceccherini. “Vorrei rivederlo – afferma – ma ormai la gara è finita e quello che possiamo dire è che non siamo stati fortunati negli episodi dubbi”. “Magari un punticino al Napoli potevamo strapparlo – dice ancora Vrenna – e invece siamo qui a commentare un’altra sconfitta. Vuol dire che ci rimboccheremo le maniche e ricominceremo a fare punti nell’anno nuovo. Non passerò un brutto Capodanno perché la squadra mi è piaciuta e penso che nel girone di ritorno saremo in grado di acciuffare la salvezza”.

A Premium Sport, il direttore generale del Crotone Raffaele Vrenna aggiunge: “La mano di Mertens? Certe volte non capisco come funziona il VAR. Non dare un rigore così netto è scandaloso. Non voglio polemizzare ma gli episodi sono sotto gli occhi di tutti: la mano di Mertens e il fallo su Ceccherini all’ultimo secondo. C’è il silent check e c’è tutto il tempo per fischiare un rigore, a noi a Bologna hanno dato un rigore a favore dopo 4 minuti. Ma non voglio buttare benzina sul fuoco, abbiamo fatto un’ottima prestazione però rimane l’amaro in bocca perché questa gara poteva andare diversamente”.