Curva Nord Inter dedica coreografia a Diabolik, molti tifosi interisti protestano: “Vergogna”

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 27 Agosto 2019 14:40 | Ultimo aggiornamento: 27 Agosto 2019 14:40
Curva Nord Inter dedica coreografia a Diabolik, molti tifosi interisti protestano: "Vergogna"

La coreografia della curva interista in onore di Fabrizio Piscitelli, il capo ultrà della Lazio ucciso a Roma

MILANO – Non è passata inosservata la coreografia che la curva nord dell’Inter ha voluto dedicare a Diabolik, al secolo Fabrizio Piscitelli, uno dei fondatori degli Irriducibili della Lazio ucciso ad inizio agosto a Roma con un colpo di pistola alla testa in un agguato.

La curva interista, gemellata dagli anni ottanta con quella biancoceleste e unite da idee politiche di estrema destra, ha voluto così omaggiare Piscitelli prima della partita con il Lecce di ieri sera, 27 agosto, esponendo uno striscione che recitava “Fabrizio con noi” e gli occhi del famoso personaggio dei fumetti. Una scelta che però a molti non è piaciuta. La coreografia degli ultrà nerazzurri ha sollevato polemiche sui social network dei tanti tifosi interisti che non si riconoscono nella linea politica della curva. “Vergogna”, “Not in my name”, “Questo è troppo” hanno scritto diversi tifosi su Twitter.

Già in passato, entrambe le curve, avevano esposto striscioni per ricordare altri tifosi assassinati: da Vincenzo Paparelli, ucciso allo stadio Olimpico nel 1979, Gabriele Sandri, ucciso da un poliziotto nel 2007 e Daniele “Dede” Belardinelli, investito da un’ auto di ultrà napoletani a Milano lo scorso dicembre. (fonte REPUBBLICA)