Daniele Verde, 18 anni e sinistro autore: è nuovo talento della Roma

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Febbraio 2015 19:22 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2015 19:23
Daniele Verde, 18 anni e sinistro autore: è nuovo talento della Roma

Daniele Verde nella foto LaPresse

ROMA – Un assist con un sinistro morbido a pallonetto, un altro con un cross dal fondo. E’ il 18enne Daniele Verde, che dice di ispirarsi “a Cristiano Ronaldo e Totti”, il nuovo match-winner in maglia giallorossa.

Oggi al Sant’Elia ha tirato fuori due palloni al bacio che si sono trasformati nelle reti di Ljajic e Paredes, un altro dei giovani su cui Rudi Garcia è stato costretto a puntare avendo la ‘rosa’ decimata.

Ma in Verde, che secondo il tecnico “ha tanta fame e arriverà lontano”, in realtà Garcia ha sempre creduto, al punto da lanciarlo come titolare contro il Cagliari nonostante le apparizioni a Palermo in campionato e in Coppa Italia contro la Fiorentina avessero attirato su questo ragazzo napoletano le prime critiche da parte della tifoserie e di una parte dell’etere romano.

E invece Verde, esterno dotato di rapidità nello stretto e raffinata tecnica individuale che sfrutta in prevalenza con il sinistro (ma calcia bene anche di destro), ha fatto vedere di che pasta è fatto e di meritarsi quel contratto, il primo da professionista, che gli è stato fatto firmare l’estate scorsa, quando la Roma ha rischiato di perderlo.

Ed è curioso il fatto che anche per questo ‘campioncino’ ci sia stata una sfida tra i giallorossi e la Juventus: su Verde, quando aveva appena 14 anni e giocava a Napoli nel Pigna Calcio, sembravano arrivati per primi i bianconeri. E invece Bruno Conti, ‘nume tutelare’ del settore giovanile di Trigoria, riuscì a soffiare il giocatore ai rivali dopo averlo sottoposto al provino di rito. A causa di questo la dirigenza della Juve licenziò il proprio osservatore in Campania, ritenendolo il responsabile del mercato arrivo a Vinovo di questo grande talento.

Adesso Verde fa il professionista e sogna che la Roma riesca a coronare la rincorsa proprio sulla Juve. “Abbiamo passato un momento difficile come tutti – ha detto oggi dopo la partita -. Lo abbiamo superato insieme, ora andiamo avanti tutti insieme. Questa è la Roma della linea Verde e rincorre la Juve? Perfetto, è emozionante, non so cosa provo, ma sono contento d’aver riconquistato i 3 punti. Sono con la squadra, ringrazio il mister che mi ha dato molto e ho cercato di ricambiare. L’uno-due con Ljajic? Lo proviamo sempre, e grazie a Dio ci è riuscito anche su questo campo”. Ma quella parabola sembra solo l’inizio.