Danny Rose: “Troppo razzismo, ne ho abbastanza del calcio”

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 5 aprile 2019 11:33 | Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2019 11:33
danny rose razzismo

Danny Rose: “Troppo razzismo, ne ho abbastanza del calcio”

ROMA – Danny Rose ha letteralmente monopolizzato i titoli dei tabloid inglesi con affermazioni pesanti rivolte al razzismo nel calcio. “Non vedo l’ora di lasciare il calcio” ha detto il terzino del Tottenham, nato a Doncaster ma di origini giamaicane, dopo gli insulti razziali ricevuti dai tifosi del Montenegro durante la gara di qualificazione ad Euro 2020.

“Ne ho abbastanza. Ho ancora 5-6 anni di calcio e non vedo l’ora di vedere come si sta dietro le quinte. E’ così che mi sento, mi sembra di avere ancora 5-6 anni, voglio godermi il più possibile il mondo del calcio. C’è tanta politica e tante altre cose nel mondo del calcio, ripeto ad essere onesto non vedo l’ora di vederne il retro”.

Una delle ragioni sono sicuramente gli insulti ricevuti a sfondo razziale. “Una farsa le multe per gli episodi di razzismo? Ovviamente è una cosa un po’ triste. Ma quando si viene multati solamente per quello che spenderei per una serata a Londra, che cosa ti aspetti? Quando la punizione non è così dura che cosa ti aspetti?  Fino a quando non ci saranno delle sanzioni esemplari non ci si può aspettare altro che questo”. (fonte Guardian)