Daspo di dieci anni agli ultras che ricattavano la Juventus. Mai così severo

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 Settembre 2019 8:53 | Ultimo aggiornamento: 27 Settembre 2019 11:31
Daspo 10 anni agli ultrà Juve del ricatto

La curva della Juventus (Ansa)

ROMA – Lontano dallo stadio per dieci anni. Dovranno restare per anni lontano dagli stadi gli ultras della Juventus coinvolti nell’inchiesta ‘Last Banmer‘, che nei giorni scorsi ha azzerato i vertici del tifo organizzato bianconero. Per la prima volta, nei loro confronti sono stati emessi Daspo decennali. Sono 38 quelli irrogati dal questore di Torino, Giuseppe De Matteis.

“Tolta leadership in curva ai capi ultras”

Il daspo è un provvedimento importantissimo perché toglie la leadership ai capi ultrà all’interno delle curve”. Così il dirigente della Digos Carlo Ambra, dopo il provvedimento del questore Giuseppe De Matteis.

Quattro dei 38 daspo, per la prima volta in Italia, hanno durata decennale e colpiscono i capi ultrà Geraldo Mocciola, Umberto Toia, Salvatore Cava e Domenico Scarano. Dei 38 tifosi raggiunti dal daspo, 12 erano già stati colpiti da provvedimenti precedenti, mentre per 26 si è trattato della prima volta.

La nuova normativa sul daspo dà la possibilità, fra le altre cose, di vietare il possesso e l’utilizzo di apparati di comunicazione radiotrasmittente (compresi gli smartphone) e qualsiasi tipo di arma (anche quelle giocattolo) in concomitanza degli eventi sportivi.

Gli altri Daspo: Roma, Sampdoria

Intanto la Roma, a proposito di un atteggiamento finalmente risoluto per isolare i razzisti, ha daspato a vita un tifoso che sui social aveva offeso il difensore Juan Jesus. La società ha reso pubblica sul suo account Twitter ufficiale la decisione.

Il tifoso si era rivolto direttamente al calciatore con un messaggio privato su Instagram (allertato insieme alla Polizia) chiamandolo “maledetto scimmione”. 

Mentre a Genova, il tifoso della Sampdoria beccato allo stadio a mimare le ali di un aereo per irridere gli avversari del Torino con chiara allusione alla tragedia di Superga, ha ricevuto un Daspo di due anni. Contro la violenza e il razzismo da stadio e da tifo, qualcosa comincia a muoversi. (fonte Ansa)