De Laurentiis vuole vendere il Napoli, rifiutata una prima offerta di 400 milioni

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 29 maggio 2019 18:23 | Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2019 18:24
De Laurentiis vuole vendere il Napoli, rifiutata una prima offerta di 400 milioni

De Laurentiis vuole vendere il Napoli, rifiutata una prima offerta di 400 milioni (foto Ansa)

NAPOLI – Aurelio De Laurentiis starebbe pensando di vendere il Napoli. Il patron partenopeo considererebbe concluso il suo percorso al Napoli. Ha preso la squadra in Serie C e l’ha portata ai massimi livelli in Italia, dove è secondo solamente alla Juventus, e stabilmente in Champions League. Tutto questo con una gestione societaria praticamente perfetta che lascerebbe al suo successore i conti in regola. 

De Laurentiis vorrebbe concentrarsi sul Bari e sull’acquisto di un club all’estero. 

Questa indiscrezione è stata lanciata in rete da Carlo Festa de Il Sole 24 Ore. Secondo il giornalista, Aurelio De Laurentiis vorrebbe vendere il Napoli per concentrare le sue energie sul Bari, che vuole portare nuovamente in Serie A, e sull’acquisto di un club estero. Avere una società di calcio all’estero è un vecchio pallino di De Laurentiis ed il patron del Napoli potrebbe realizzare questo sogno solamente vendendo il Napoli. 

Al momento non è stato incaricato alcun advisor per vendere il club campano, ma, stando a quanto scrive Il Sole 24 Ore, sarebbe stata già rifiutata una offerta da 400 milioni di euro. Il patron del Napoli avrebbe fissato la base d’asta per la cessione del club a 700 milioni di euro. Questa somma verrebbe investita nel Bari e nell’acquisti di un club estero. 

5 x 1000