De Rossi, Fiorentina favorita sul Milan: Montella e Pradè in pressing su DDR

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 25 Giugno 2019 15:39 | Ultimo aggiornamento: 21 Agosto 2019 10:22

De Rossi, Fiorentina favorita sul Milan: Montella e Pradè in pressing su DDR. Foto ANSA/ETTORE FERRARI

FIRENZE – La Fiorentina ha superato il Milan nella corsa per arrivare a Daniele De Rossi, svincolato di lusso dopo la fine della lunga storia d’amore con la Roma. 

De Rossi ha rifiutato il corteggiamento di Boca Juniors e Los Angeles Galaxy perché vuole continuare a giocare in un campionato competitivo come il nostro. 

Nelle ultime ore, la Fiorentina ha sorpassato il Milan grazie al pronto intervento di Vincenzo Montella e Daniele Pradè, due grandi amici di De Rossi con il quale hanno condiviso l’esperienza alla Roma. 

La Fiorentina ha bisogno di un centrocampista di livello per far passare in secondo piano la cessione di Veretout (calciatore che dovrebbe trasferirsi al Milan o alla Roma). 

Daniele De Rossi sarebbe un acquisto molto intelligente anche dal punto di vista gestionale. L’ex centrocampista della Roma potrebbe aiutare a crescere i giovani della Fiorentina e garantirebbe esperienza e qualità al centrocampo dei viola. 

La Fiorentina ha sorpassato il Milan perché non ha tentennato mentre i rossoneri non sono convinti del tutto di fare questo investimento per un calciatore più vicino ai quaranta che ai trenta anni. 

I viola, invece, hanno bisogno di calciatore di esperienza perché solamente con i giovani non si va da nessuna parte. Lo scorso anno, la squadra di Firenze era ricca di giovani di talento ma ha rischiato la retrocessione in Serie B perché a fine stagione queste promesse del calcio non ha retto le pressioni e non hanno saputo lottare con efficacia per la salvezza. 

Rocco Commisso è arrivato da poco a Firenze e non ha alcuna intenzione di costruire una squadra priva di esperienza. Servono anche calciatori alla De Rossi e la Fiorentina farà di tutto per convincere l’ex bandiera della Roma a trasferirsi a Firenze. DDR dirà sì? Lo sapremo nelle prossime ore.