Dele Alli scherza sul Coronavirus su Snapchat, poi si scusa ma rischia la squalifica

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 Febbraio 2020 20:25 | Ultimo aggiornamento: 12 Febbraio 2020 20:25
Dele Alli scherza sul Coronavirus su Snapchat, poi si scusa ma rischia la squalifica

Dele Alli scherza sul Coronavirus durante una diretta su Snapchat, poi si scusa sul social network cinese Weibo

LONDRA (INGHILTERRA) – Dele Alli, stella del Tottenham e della Nazionale Inglese, è nei guai per aver ironizzato sul Coronavirus durante una diretta video su Snapchat. Successivamente, il calciatore ha cancellato questo video e si è scusato con la Cina ma ormai la bufera mediatica era già scoppiata e per questa ragione la FA, che è la federcalcio inglese, potrebbe squalificarlo per alcune giornate. 

La bravata di Dele Alli ha messo a rischio i rapporti commerciali tra la FA e la Cina. 

“Corona cosa, alzate il volume. Questo virus dovrà essere più veloce di così per riuscire a prendermi”. Questa è la scritta in sovraimpressione che appariva durante la diretta video di Dele Alli. Durante questo live, Dele Alli ha anche inquadrato un uomo asiatico, alludendo al fatto che potesse avere il Coronavirus. Come se tutti gli asiatici lo avessero contratto. 

A questo punto, Dele Alli è stato costretto a connettersi al social network cinese Weibo per scusarsi con la Cina e con i suoi abitanti che sono afflitti da questo terribile virus: “Non era divertente. L’ho capito immediatamente e l’ho cancellato. Ho deluso me stesso e il mio club. Non voglio che vi facciate una cattiva idea del sottoscritto”.

Sia il Tottenham che la federcalcio inglese hanno fatto enormi pressioni su Dele Alli per cercare di far rientrare al più presto questo caso diplomatico. La Cina paga profumatamente i diritti tv del campionato inglese. La FA non vuole rinunciare al mercato asiatico per colpa della bravata di un suo Nazionale.