Didier Deschamps è il nuovo ct della Francia: ha preso il posto di Blanc

Pubblicato il 8 luglio 2012 21:14 | Ultimo aggiornamento: 8 luglio 2012 21:14

MARSIGLIA, FRANCIA – La Nazionale Francese ha un nuovo ct, è Didier Deschamps, un altro campione del mondo.

L’ex capitano dei Blues e’ stato chiamato dalla Federcalcio sulla panchina che fino al 30 giugno scorso era di Laurent Blanc. Noel Le Graet, presidente della FFF, al termine di un fine settimana di trattative serrate, ha scelto lui ed i due, domani alle 16,30 – nella sede parigina della Federazione – terranno un conferenza stampa congiunta per entrare nei dettagli dell’accordo.

La durata non e’ stata infatti ancora ufficializzata, ma e’ certo che sara’ di due anni e consentira’ all’ex centrocampista della Juventus (che ha poi anche allenato) di guidare la selezione fino al Mondiale del 2014 in Brasile, con una opzione per altri due in caso di qualificazione.

Il vice dovrebbe essere Guy Stephan, che gia’ ricopriva questo ruolo all’Olympique di Marsiglia. Lunedi’ scorso il club aveva risolto il rapporto con la coppia di tecnici. Deschamps, 44 anni il prossimo 15 ottobre, debuttera’ sulla panchina della Francia il 15 agosto ad Havre, in occasione dell’amichevole con l’Uruguay.

5 x 1000

Il 7 settembre la prima partita con i tre punti in palio, contro la Finlandia. Il primo passo ‘soft’ di un cammino non facile nel gruppo I, che comprende, Spagna, Finlandia, Bielorussia e Georgia. Capitano della squadra campione del mondo nel 1998 e d’Europa nel 2000 (a spese dell’Italia), Deschamps ha uno dei migliori palmares tra gli allenatori francesi in attivita’: finalista della Champions League nel 2004 con il Monaco, con l’OM ha vinto sei trofei in tre anni, compreso un titolo di campione di Francia (2010) e tre Coppe di Lega (2010, 2011, 2012).

In nazionale ha collezionato 103 presenze, 53 con la fascia di capitano. Era gia’ stato candidato al posto di ct dopo l’Europeo del 2008, ma poi la Federazione francese aveva deciso di rinnovare la fiducia a Raymond Domenech. Dopo aver cessato l’attivita’ agonistica nel 2001, ha subito abbracciato la carriera di tecnico (al Monaco).

Nel 2005 ha lasciato il Principato per andare ad allenare la Juventus, dove aveva giocato dal 1994 al 1999. Un solo anno sulla panchina bianconera, ma importantissimo: quello della resurrezione dalla B (retrocessione causa Calciopoli) alla A. Poi l’approdo a Marsiglia nel 2009, dove ha vinto subito il titolo. A Deschamps il compito di far dimenticare il brutto Europeo 2012, con l’eliminazione nei quarti, e – soprattutto – i comportamenti isterici di Samir Nasri, Hatem Ben Arfa, Yann M’Vila e Jeremy Menez, che il 27 luglio compariranno davanti alla Commissione disciplinare della Federazione per risponderne.