Di Biagio: “Critiche Sacchi all’Under 21? Non gli rispondo…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 settembre 2018 18:37 | Ultimo aggiornamento: 10 settembre 2018 18:37
Di Biagio: "Critiche Sacchi all'Under 21? Non gli rispondo..."

Di Biagio: “Critiche Sacchi all’Under 21? Non gli rispondo…”
ANSA/MATTEO BAZZI

CAGLIARI – Che il calcio italiano non stia attraversando un bel momento è risaputo e ora alle difficoltà della nazionale maggiore si aggiungono anche quelle dell’Under 21, la più titolata in Europa con cinque titoli continentali conquistati nella sua storia ma reduce da una batosta in Slovacchia e duramente criticata da Arrigo Sacchi.

L’ex coordinatore tecnico delle nazionali giovanili ha parlato di “un atteggiamento vergognoso” dell’Under 21 e di giocatori “presuntuosi e arroganti” e, per quanto riguarda la nazionale maggiore, se l’era presa soprattutto con Balotelli.

Dopo il 3-0 subito giovedì scorso in Slovacchia gli azzurrini di Di Biagio oggi sono arrivati a Cagliari, dove domani alle 18.30 affronteranno l’Albania, sempre in amichevole. Inevitabile tornare sulle parole di Sacchi: “Non devo dare nessuna risposta – taglia corto Di Biagio -. Lui li ha visti crescere questi ragazzi e se ha detto quelle cose sarà perché ha visto qualcosa di anomalo. Qualche gestione nei momenti della gara bisognerà cambiarla – ha detto ai microfoni di Rai Sport – i ragazzi sono stati i primi a rendersi conto che si sono innervositi perché non si riusciva a giocare bene perché il risultato era negativo”.

Poi nel corso della conferenza stampa ufficiale in Municipio a Cagliari, ha aggiunto: “Dobbiamo giocare bene, divertire il pubblico e vincere in uno stadio nuovo e bello. Più che smaltire la rabbia per la sconfitta con la Slovacchia, dobbiamo capire il perché non siamo riusciti a fare una buona gara. Dobbiamo migliorare, non c’è dubbio. Giocare bene – ha concluso il ct dell’Under 21 – non è sinonimo di vittoria, ma giocare meglio sicuramente aiuta a vincere. Con l’Albania sarà una gara diversa rispetto all’ultima, una gara che mi darà la possibilità di provare qualche nuovo giocatore”.

E sul tema dei giovani è intervenuto anche Massimo Ambrosini, capo delegazione dell’Under 21: “Ai giovani bisogna dare il tempo di sbagliare e bisogna avere la pazienza di aspettarli. Abbiamo tanti giovani interessanti, dalle grandi potenzialità. Bisogna essere più ottimisti”, ha concluso Ambrosini.