Di Canio: “Zeman che errore difendere Totti e massacrare De Rossi e Osvaldo”

Pubblicato il 26 Febbraio 2013 11:24 | Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio 2013 11:31
Di Canio: "Zeman che errore difendere Totti e massacrare De Rossi e Osvaldo"

Paolo Di Canio (LaPresse)

ROMA – Paolo Di Canio, ex calciatore di Lazio e Juventus, ha partecipato alla trasmissione “Undici”, condotta da Pierluigi Pardo, dove ha detto la sua sulla stagione della Roma.

“Zeman? E’ stata si la squadra che ha segnato di più, ma anche quella che ne ha presi di più – ha dichiarato Di Canio -. Non ha mai avuto un equilibrio. Zeman non ce l’ha mai avuto in Serie A.

Secondo me l’errore è stato di essere stato troppo vicino a Totti ed aver massacrato il gruppo forte come De Rossi e Osvaldo. Ha creato squilibri nella gestione del gruppo.

Non li ha fatti giocare e ha creato problemi e questi tipi di giocatori sono influenti nello spogliatoio, non creando zizzanie, ma il loro atteggiamento negativo qualcosa porta a cambiare.

Prima di Natale, sembrava essere rimessa apposto la questione, ma sapevo non era vero e che sarebbe scoppiato nuovamente il caso di li a poco.

De Rossi? Lo stimo, si, è genuino puro, stimo la sua scelta, non commento l’ultima annata perché non posso sapere cosa sia successo, ma in generale lo stimo”.

Di Canio ha anche espresso una opinione sulla Curva Sud:

“Ho tanti amici della Roma, odiati sempre ma sportivamente. Anche quando sono tornato, c’è stata un’ostilità sportiva, senza mai essere violenti. A volte volgari, si, ma fa parte del gioco.La Curva Sud è stata sempre coerente“.