Di Francesco demolisce Nainggolan: “Errore inaccettabile, chi sbaglia paga”

Pubblicato il 5 gennaio 2018 16:42 | Ultimo aggiornamento: 5 gennaio 2018 16:42
DI-FRANCESCO-NAINGGOLAN

Di Francesco demolisce Nainggolan: “Errore inaccettabile, chi sbaglia paga”. ANSA/ANGELO CARCONI

ROMA – “Ha fatto un errore inaccettabile – ha affermato Eusebio Di Francesco parlando del suo centrocampista Radja Nainggolan – parlo subito io di lui prima che me lo chiediate voi. Con la linea dettata dalla società e da me condivisa, accettata pienamente da Nainggolan, il giocatore domani non sarà convocato per la partita contro l’Atalanta. Ciò si lega a un modo di fare che deve essere uguale per chiunque rappresenti la Roma: chi commette errori paga.

Sono cose inaccettabili, chiunque sbaglierà, pagherà nello stesso modo. Radja non ci sarà. Una situazione simile non mi è mai accaduta, né da calciatore né da tecnico, se hai i social dove puoi parlare a tanti, devi essere anche attento quando lo usi. Ognuno si è preso le sue responsabilità. Le partite si preparano non il giorno prima, ma durante tutta la settimana, sono stato calciatore e vi assicuro che è così”.

“Sicuramente l’Atalanta è la squadra peggiore da trovare in questo momento dove facciamo fatica a trovare gol e a fare risultati positivi. Loro hanno fatto un’impresa col Napoli e ritrovato grandissimo entusiasmo, ma lo dobbiamo avere anche noi visto che c’è la possibilità di essere a sei punti dalla vetta considerando la gara che dobbiamo recuperare”. Queste le parole del tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, alla vigilia della sfida con la formazione bergamasca in programma all’Olimpico.

“Dobbiamo essere determinati per conquistare i tre punti e portare avanti il nostro cammino, possono inciampare anche le altre – aggiunge il tecnico a Trigoria -. E’ nostro dovere affrontare questa partita per vincerla. Siamo in un momento di difficoltà, ma penso che la Roma ne abbia vissuti di peggiori”. Di Francesco, tuttavia, conferma che “questo che è il periodo peggiore per quanto riguarda i risultati da quando sono arrivato”. La flessione ha provocato anche il duro richiamo del ds Monchi.

“Condivido pienamente il discorso fatto dal direttore sulla mentalità vincente, ma la mentalità non si costruisce solo attraverso i momenti positivi, si acquisisce anche in quelli negativi come questo – aggiunge l’allenatore -. Ora dobbiamo avere ancora più forza perché può essere che anche inconsciamente abbiamo mollato qualcosina dal punto di vista emotivo, e dobbiamo essere bravi a riportare questa squadra ad avere quella applicazione e attenzione che aveva in precedenza”.

“Schick sicuramente non giocherà in coppia con Dzeko. Domani giocherà o l’uno o l’altro”. Va verso l’ennesima panchina il giocatore più costoso nella storia della Roma. L’attaccante, dopo la negativa prestazione col Sassuolo, sarà al massimo inserito a gara in corso con l’Atalanta. Di Francesco, in conferenza stampa, ha ammesso di aver forse caricato il ceco di troppa pressione:

“Abbiamo dato tutti quanti troppo peso a questo giocatore, bisogna farlo crescere e maturare dal punto di vista mentale e psicologico, deve capire realmente dove è arrivato. È un patrimonio del calcio, ha grandissimi mezzi. Deve essere umile nel lavorare e dimostrare di essere il giocatore che è stato nella Sampdoria. Sul giocatore ci puntiamo eccome”.