Didier Drogba, l’accusa: “La sua fondazione inganna i donatori”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 dicembre 2016 13:11 | Ultimo aggiornamento: 2 dicembre 2016 13:11
Didier Drogba, l'accusa: "La sua fondazione inganna i donatori"

Didier Drogba, l’accusa: “La sua fondazione inganna i donatori”

ROMA – Didier Drogba, l’accusa: “La sua fondazione inganna i donatori”. Cosa succede con la fondazione benefica di Didier Drogba, l’asso africano del calcio mondiale? Se il Daily Mail accusava ad aprile la “Didier Drogba Foundation” di tenersi i soldi raccolti in nome di progetti per la Costa d’Avorio, una commissione ad hoc ha stabilito che non ha commesso frodi o corruzione, ma potrebbe aver ingannato i finanziatori.

Il giudizio della Charity Commission britannica, organo della Premier League (la serie A inglese), mossasi su impulso dell’inchiesta del popolare quotidiano, è per ora interlocutorio ma getta una luce sinistra sulle reali attività caritatevoli della Fondazione: i soldi sarebbero stati accumulati su un conto corrente del Regno Unito, senza che un bonifico fosse indirizzato in Costa d’Avorio.

Anzi sì, secondo il tabloid risulta un solo versamento, ma di 14mila e 115 sterline, su un monte-finanziamenti dai vari donatori pari a 1,7 milioni di sterline dal 2009. Viceversa molti soldi sono stati spesi per promuovere la raccolta fondi, un investimento di più di 400mila sterline per organizzare party ed eventi. “I donatori si sarebbero aspettati che le somme di denaro da loro versate fossero utilizzate per scopi benefici, non accumulate su un conto bancario – scrive la Charity Commission inglese -, I donatori inglesi potrebbero essere stati ingannati, perché si ricavava l’impressione che la fondazione finanziasse le attività della “Fondazione Costa d’Avorio””.