Serie A. Lazio-Atalanta 3-0. Doppietta di Stefano Mauri e gol di Lulic

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Dicembre 2014 23:03 | Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2014 23:04

ROMA, STADIO OLIMPICO – Serie A. Lazio-Atalanta 3-0, gol: Stefano Mauri 51′ e 71′ e  Senad Lulic 80′ 

Il sogno Champions della Lazio continua, del resto la facilità con la quale ha piegato l’Atalanta stasera autorizza e alimenta determinati slanci di entusiasmo dalle parti di Formello.

I biancocelesti, sebbene privi di alcune pedine di assoluta importanza – come Biglia e Candreva, tanto per fare dei nomi – dopo un primo tempo nettamente al di sotto delle proprie possibilità, si sono sbloccati nella ripresa, scrollandosi di dosso un certo torpore prenatalizio.

Felipe Anderson si è elevato dal grigiore complessivo di una partita che nei primi 45′ ha offerto il peggio di sè, indossando i panni dell’ispiratore per Mauri che, in una ventina di minuti, ha mandato al tappeto i bergamaschi, mai pervenuti sul terreno dell’Olimpico (come conferma il primo e unico tiro verso la porta di Marchetti dopo ben 83′ di gioco).

La Lazio vola – anche grazie al nuovo pullman inaugurato nella circostanza – al terzo posto, e aspetta buone nuove domani dai campi della Serie A che vedono impegnate le principali concorrenti nella corsa verso la qualificazione in Champions.

Pioli prende il meglio da questa partita che, nel primo tempo, ha offerto solo un tiro velleitario di Rolando Bianchi al 21′ e un cross tagliato di Radu che De Vrij e Mauri non sono riusciti a trasformare in metallo pregiato.

La ripresa è una cavalcata trionfale dei padroni di casa, complice un’Atalanta senza anima nè cuore: già al 6′ Mauri capitalizza una perentoria accelerazione di Anderson, che fulmina Cigarini sulla destra e mette al centro per il tocco troppo facile del jolly biancoceleste.

Che, dopo una ventina di minuti, firma il raddoppio, dopo avere ricevuto dallo stesso brasiliano, aver controllato il pallone e indovinato l’angolino alla destra di Sportiello, bravo ma sfortunato a dover fronteggiare – quasi da solo – le offensive avversarie.

Dopo un miracolo del portiere atalatino al 14′, su un altro spunto di Anderson, e una parata meno complicata su conclusione di Gonzalez, la Lazio cala il tris questa volta con Lulic, che dà un senso alla propria serata, depositando in rete un pallone proveniente dalla destra, e per la precisione di piedi di Basta.

C’è appena il tempo per l’unica conclusione dell’Atalanta e una percussione del nuovo entrato Keita, in cerca del quarto gol, ma Sportiello è bravissimo a limitare il passivo.

Finisce in gloria per gli uomini guidati da Pioli, cui evidentemente la posizione in classifica (momentaneo terzo posto, al fianco del Genoa) non dà alla testa. E adesso toccherà alle altre.

Foto LaPresse.


.