Coppa Italia. Spezia ai quarti: Roma eliminata ai rigori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Dicembre 2015 17:50 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2015 17:51

ROMA, STADIO OLIMPICO – Roma-Spezia 0-0 / 2-4 dopo i calci di rigore. Lo Spezia elimina la Roma e si qualifica ai quarti di finale dove giocherà in casa contro l’Alessandria. Clamoroso flop, ed eliminazione, per la squadra di Rudi Garcia. 

Spezia batte Roma 4-2 dopo i rigori, negli ottavi di Coppa Italia. I 90′ regolamentari e i supplementari si sono conclusi sullo 0-0.

Roma (4-3-3): De Sanctis 5.5, Maicon 4.5, Castan 6, Rudiger 5.5, Emerson 5 (34′ st Digne 5.5), Pjanic 5, Vainqueur 5 (19′ st De Rossi 6), Ucan 5, Iturbe 5 (15′ st Florenzi 5), Dzeko 5, Salah 5.5. (25 Szczesny, 1 Lobont, 23 Gyomber, 44 Manolas, 4 Nainggolan, 14 Iago Falque, 97 Sadiq, 53 D’Urso, 52 Di Livio). All.: Garcia 5.

Spezia (4-4-2): Chichizola 7, Martic 6.5, Valentini 6.5, Terzi 6, Migliore 6, Situm 6.5, Canadija 6, Brezovec 6 (21′ st Juande 6.5), Misic 6 (31′ st Ciurria 6), Nené 6, Catellani 6 (8′ pts Acampora 6.5). (12 Sluga, 5 Postigo, 28 Tamas, 31 Azzi, 14 Rossi, 22 Coric, 6 Milos, 13 Piccolo, 15 Errasti). All.: Di Carlo 7.

Arbitro: Di Bello di Brindisi 6. Angoli: 5-4 per la Roma. Sequenza rigori: Pjanic parato, Terzi gol, Dzeko fuori, Nené gol, De Rossi gol, Juande gol, Digne gol, Acampora gol.

Ammoniti: Ucan, Terzi, Nené, Vainqueur per gioco falloso; Rudiger per comportamento scorretto. Recupero: 0′ e 5′; nei suppl. 1′ e 0′. Spettatori: 7.000.

“Una qualificazione storica. Il sogno continua”: così il tecnico dello Spezia, Mimmo Di Carlo, dopo la storica qualificazione ai quarti di Coppa Italia ai danni della Roma. “Abbiamo cercato di vincere durante i 90′, abbassando il ritmo e cercando di non farli giocare, perche’ sappiamo che la Roma ha grandi qualità”.

“Faccio i complimenti al gruppo perchè hanno fatto la partita che dovevamo fare, abbassando il ritmo – prosegue Di Carlo ai microfoni della Rai -. Sapevamo che la Roma poteva metterci in difficoltà in qualunque momento ma siamo rimasti compatti e tutto è andato bene. La squadra è giusta, segue tutti i miei dettami. Dobbiamo goderci questo momento perchè ce lo siamo meritato. Avanti così, il sogno continua. Ce la giocheremo in casa nostra. Adesso bisogna pensare al campionato, ma questo è un evento storico e tutta La Spezia deve godere”.

La Roma, conclude il tecnico, “ha giocato con ritmi bassi, siamo stati bravi a chiudere gli spazi. Adesso però i complimenti vanno fatti allo Spezia”.