Serie A. Inter solo 2-2 con il Cagliari, Fiorentina terza, Catania è zona Europa

Pubblicato il 18 Novembre 2012 17:02 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2012 22:52

Inter solo 2-2 con il Cagliari (LaPresse)

ROMA – Serie A, tredicesima giornata. 

Per consultare la classifica del campionato di Serie A clicca qui. 

L’Inter non riesce ad approfittare del pareggio della capolista Juventus contro la Lazio e si vede imporre il 2-2 a San Siro contro uno spavaldo Cagliari.

I nerazzurri vanno in vantaggio, sprecano, subiscono la rimonta firmata da uno scatenato Sau e si salvano grazie all’autorete di Astori.

Un’occasione sprecata per la squadra di Stramaccioni, che conserva il distacco di -4 dalla Juventus. Per i sardi del duo Pulga-Lopez, un ottimo punto da una trasferta che poteva rivelare molte insidie. Le cose si mettono subito bene per l’Inter.

E’ Palacio a sbloccare il risultato all’11’, battendo Agazzi di testa sul traversone di Cassano. Dopo il buon inizio, però, gradualmente i nerazzurri abbassano il ritmo e ne approfittano i sardi, che guadagnano spazio. Ed arriva il pareggio: poco prima dell’intervallo, sul cross di Cossu, Sau supera Juan Jesus e gela il pubblico di San Siro.

Tutto da rifare per la squadra di Stramaccioni, che nella ripresa, al 9′, spreca clamorosamente un’occasione con Milito: l’argentino, a porta spalancata, spedisce alle stelle. Ancora l’ex attaccante del Genoa impegna Agazzi, prima che il Cagliari trovi la rete del sorpasso, ancora firmata ancora da Sau.

Al 20′ il giocatore rossoblù raccoglie palla dopo il palo di Pinilla e batte nuovamente Handanovic. A salvare l’Inter ci pensa un’autorete di Astori, che insacca nella propria porta sul cross dalla destra di Alvarez.

Nel finale nerazzurri vicini alla rete della vittoria con Milito, poi un contatto Astori-Ranocchia al limite dell’area fa infuriare Stramaccioni, che chiedeva il rigore. Il tecnico nerazzurro viene espulso per proteste.

Non si ferma il volo della Fiorentina. La squadra di Montella batte l’Atalanta 4-1 ed aggancia il Napoli al terzo posto, a quota 27. Grande protagonista della sfida del ‘Franchi’ Alberto Aquilani, autore di una doppietta (42′ e 47′) dopo il vantaggio firmato da Rodriguez al 5′.

Nella ripresa arrotonda il tabellino Toni (4′). Inutile per gli orobici il gol di Bonaventura al 32′. La squadra di Colantuono è stata costretta a giocare l’intera ripresa in dieci uomini per al 45′ l’espulsione di Cigarini, reo di un intervento falloso du Cuadrado lanciato a rete. Una doppietta di Almiron lancia invece il Catania contro il Chievo. Al Massimino gli etnei si impongono 2-1. L’argentino colpisce al 6′ e al 40′. I gialloblù vanno a segno al 46′ con Andreolli ma ormai non c’è più tempo.

Non riesce a guarire dalla ‘pareggite’ l’Udinese, fermata sul 2-2 in casa dal Parma. I friulani, al quarto ‘X’ consecutivo, sprecano il doppio vantaggio firmato da Di Natale al 9′ e da Marchionni al 1′ della ripresa: la squadra di Donadoni replica con Pereira (5′ st) e agguantano un punto preziosissimo grazie al gol nel finale di Palladino (44′).

Vittoria importantissima in chiave salvezza per il Bologna, che si impone 3-0 sul Palermo: Gilardino (22′ pt), Gabbiadini (44′ pt) e Diamanti su rigore (3′ st) i marcatori rossoblù, che non vincevano da sesta giornata (4-0 al Catania). I rosanero chiudono la partita addirittura in otto uomini per le espulsioni del portiere Ujkani (1′), Barreto (27′) e Labrin (37′).

Padroni di casa in dieci per il rosso a Taider. Un pesante ko per Gasperini, che vede iniziare a scricchiolare la panchina. Tre punti d’oro anche per il Siena, cui basta una rete di Valiani al 31′ del primo tempo per piegare la resistenza del Pescara, che spreca un rigore al 44′ con Vukusic e termina l’incontro in nove uomini per le espulsioni di Capuano e Zanon. Sempre più difficile la posizione in panchina del tecnico degli abruzzesi Stroppa.

I tabellini di tutte le partite.

Inter-Cagliari 2-2 Rodrigo Palacio 11′ (I), Sau 42′ e 66′ (C), Astori autogol 82′ (I). 

Inter (3-4-3): Handanovic; Silvestre, Ranocchia, Juan Jesus; Zanetti, Cambiasso, Gargano, Nagatomo; Palacio, Milito, Cassano
A disp.: Castellazzi, Belec, Mbaye, Samuel, Pereira, Jonathan, Mariga, Alvarez, Romanò, Benassi, Duncan, Coutinho. All.: Stramaccioni
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Chivu, Stankovic, Obi, Mudingayi, Guarin, Sneijder, Livaja

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Rossettini, Astori, Avelar; Dessena, Conti, Nainggolan; Cossu;Pinilla, Sau.
A disp.: Avramov, Perico, Ariaudo, Casarini, Murru, Ekdal, Thiago Ribeiro, Ibarbo, Nenè. All.: Pulga-Lopez
Squalificati: nessuno
Indisponibili: nessuno

Sampdoria-Genoa 3-1 Poli 16′ (S), Bovo autogol 25′ (S), Immobile 75′ (G), Icardi 89′ (S).

Sampdoria (4-4-2): 22 Romero, 19 De Silvestri, 28 Gastaldello, 35 Rossini, 3 Costa, 11 Munari, 6 Maresca, 16 Poli, 14 Obiang, 29 Juan Antonio, 98 Icardi (32 Berni, 2 Estigarribia, 95 Falcone, 21 Soriano, 12 Tissone, 15 Poulsen, 7 Castellini, 5 Renan, 8 Mustafi, 93 Savic, 25 Krsticic). All.: Ferrara.    Squalificati: nessuno    Diffidati: Costa, Krsticic, Soriano.    Indisponibili: Berardi, Eder, Maxi Lopez, Pozzi.

Genoa (4-4-2): 1 Frey, 31 Sampirisi, 5 Granqvist, 3 Bovo, 24 Moretti, 11 Jankovic, 28 Toszer, 33 Kucka, 13 Antonelli, 17 Immobile, 22 Borriello. (30 Tzorvas, 21 Canini, 14 Seymour, 32 Donnarumma, 7 Rossi, 9 Melazzi, 23 Said, 16 Hallenius, 91 Bertolacci, 15 Krajnc, 18 Piscitella). All.: Del Neri.     Squalificati: nessuno    Diffidati: Borriello, Immobile    Indisponibili: Anselmo, Ferronetti, Jorquera, Vargas.     Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.

Fiorentina-Atalanta 4-1 Gonzalo Rodriguez 4′ (F), Bonaventura 37′ (A), Aquilani 43′ e 46′ (F), Toni 50′ (F). 

Fiorentina (3-5-2): 1 Viviano, 4 Roncaglia, 15 Savic, 2 Rodriguez, 11 Cuadrado, 10 Aquilani, 7 Pizarro, 20 Borja Valero, 23 Pasqual, 22 Ljajic, 30 Toni. (89 Neto, 3 Hegazy, 40 Tomovic, 16 Cassani, 92 Romulo, 19 Llama, 5 Olivera, 21 Migliaccio, 13 Mati Fernandez, 8 Jovetic, 9 El Hamdaoui, 17 Seferovic) All.: Montella.    Squalificati: nessuno.    Diffidati: Cuadrado, Jovetic, Pizarro, Tomovic.    Indisponibili: Camporese.    Atalanta (4-4-1-1): 47 Consigli, 77 Raimondi, 2 Stendardo, 5 Manfredini, 28 Brivio, 7 Schelotto, 21 Cigarini, 17 Carmona, 10 Bonaventura, 11 Moralez, 19 Denis. (16 Polito, 78 Frezzolini, 3 Lucchini, 25 Matheu, 32 Ferri, 23 Scozzarella, 44 Cazzola, 88 Biondini, 9 Troisi, 89 Marilungo, 91 De Luca). All.: Colantuono.    Squalificati: A. Masiello, Parra, Peluso.    Diffidati: Carmona.    Indisponibili: Bellini, Capelli, Ferreira Pinto e Radovanovic.

Udinese-Parma 2-2 Di Natale 9′ (U), Marchionni 46′ (P), Pereyra 47′ (U), Palladino 89′ (P). 

Udinese (3-5-1-1): 1 Brkic, 4 Angella, 16 Coda, 11 Domizzi, 8 Basta, 7 Badu, 3 Allan, 37 Pereyra, 27 Armero, 77 Maicosuel, 10 Di Natale. (25 Padelli, 75 Heurtaux, 31 Fabbrini, 13 Ranegie, 9 Barreto, 94 Zielinski). All.: Guidolin.    Squalificati: Danilo.    Diffidati: Pinzi.    Indisponibili: Benatia, Faraoni, Gabriel Silva, Lazzari, Muriel, Pasquale, Pinzi, Willians.     Parma (3-5-2): 83 Mirante, 5 Zaccardo, 29 Paletta, 6 Lucarelli, 87 Rosi, 32 Marchionni, 10 Valdes, 16 Parolo, 18 Gobbi, 9 Belfodil, 11 Amauri. (1 Pavarini, 39 Fideleff, 28 Benalouane, 13 Santacroce, 93 MacEachen, 20 Acquah, 4 Morrone, 19 Musacci, 77 Ninis, 21 Sansone, 17 Palladino, 88 Pabon). All.: Donadoni.

Bologna-Palermo 3-0 Gilardino 23′  (B), Gabbiadini su rigore 45′ (B), Diamanti su rigore 47′ (B). 

Bologna (3-4-1-2): 25 Agliardi, 5 Antonsson, 43 Sorensen, 21 Cherubin, 8 Garics, 15 Perez, 6 Taider, 3 Morleo, 23 Diamanti, 10 Gilardino, 18 Gabbiadini. (1 Curci, 22 Lombardi, 11 Motta, 31 Radakovic, 20 Abero, 33 Kone, 7 Gimenez, 17 Guarente, 30 Pazienza, 13 Pulzetti, 4 Krhin, 24 Paponi). All.: Pioli.    Squalificati: Portanova.    Diffidati: Kone, Pazienza, Taider.    Indisponibili: Acquafresca, Carvalho, Morleo, Natali.    Palermo (4-3-2-1): Ujkani, 6 Munoz, 23 Donati 25 Von Bergen, 29 Garcia, 89 Morganella, 5 Barreto, 28 Kurtic, 27 Ilicic, 21 Brienza, 9 Dybala (99 Benussi, 22 Brichetto, 18 Labrin, 31 Pisano, 20 Rios,  7 Viola, 14 Bertolo, 17 Giorgi, 16 Zahavi, 15 Milanovic, 19 Budan, 54 Aquino). All.: Gasperini.    Squalificati: nessuno.    Diffidati: Miccoli.    Indisponibili: Cetto, Hernandez, Mantovani, Miccoli.

Siena-Pescara 1-0 Valiani 35′ (S). 

Siena (3-4-2-1): 25 Pegolo, 13 Neto, 22 Contini, 18 Felipe, 6 Angelo, 8 Vergassola, 36 Bolzoni, 3 Del Grosso, 7 Valiani, 27 Rosina, 11 Calaio’. (12 Farelli, 23 Campagnolo, 15 Dellafiore, 33 Rubin, 5 Coppola, 92 Campos Toro, 16 Verre, 77 Sestu, 70 Mannini, 81 Bogdani). All.: Cosmi.    Squalificati: Belmonte, Larrondo, Pesoli, Terzi, Vitiello.    Diffidati: Calaio’, Neto, Pegolo, Vergassola.    Indisponibili: Paci, Reginaldo, Ze’ Eduardo.    Pescara (3-5-2): 77 Perin, 23 Cosic, 15 Bocchetti, 5 Capuano, 2 Zanon, 20 Nielsen, 93 Quintero, 4 Cascione, 14 Balzano, 9 Abbruscato, 22 Vukusic. (32 Pelizzoli, 6 Romagnoli, 88 Terlizzi, 11 Modesto, 8 Bjarnason, 10 Celik, 7 Soddimo, 99 Caprari, 80 Jonathas). All.: Stroppa.    Squalificati: nessuno.     Diffidati: Cascione, Quintero.    Indisponibili: Blasi, Brugman, Colucci, Crescenzi, Savelloni, Weiss.    Arbitro: Irrati di Pistoia.

Catania-Chievo Verona 2-1 Almiron 51′ e 75′ (Ca), Andreolli 94′ (Ch). 

Catania (4-3-3): 21 Andujar, 22 Alvarez, 6 Legrottaglie, 3 Spolli, 12 Marchese, 13 Izco, 10 Lodi, 4 Almiron, 28 Barrientos, 9 Bergessio, 17 Gomez. (1 Frison, 29 Terracciano, 5 Rolin, 14 Bellusci, 2 Potenza, 33 Capuano, 27 Biagianti, 30 Salifu, 24 Ricchiuti, 19 Castro, 15 Morimoto, 35 Doukara). All.: Maran.

Squalificati: nessuno.     Diffidati: Bellusci, Spolli, Gomez.     Indisponibili: Sciacca, Augustyn, Keko.

Chievo (4-3-3): 54 Sorrentino, 20 Sardo, 3 Andreolli, 2 Dainelli, 93 Drame’, 25 Vacek, 5 Guana, 56 Hetemaj, 10 Luciano, 31 Pellissier, 17 Di Michele.

(17 Puggioni, 23 Viotti, 26 Fakic, 39 Stoian, 6 Marco Rigoni, 9 Moscardelli, 77 Thereau, 11 Samassa, 43 Paloschi). All.: Corini.    Squalificati: L. Rigoni.    Diffidati: Guana, Hetemaj, Sardo.    Indisponibili: Cesar, Squizzi e Frey.