Serie A. Verona-Torino 2-2: Acquah pareggia i conti

di redazione blitz
Pubblicato il 13 Settembre 2015 15:10 | Ultimo aggiornamento: 13 Settembre 2015 15:11
ve

Ventura nella foto LaPresse

VERONA, STADIO BENTEGODI – Hellas Verona-Torino 2-2, gol: Luca Toni 49′, Baselli 66′, Juanito Gomez 71′ ed Acquah 73′.

Al ‘Bentegodi’ Verona e Torino si spartiscono la posta nell’anticipo delle 12.30 e regalano un secondo tempo denso di reti ed emozioni. Primo pareggio per i granata, reduci da due vittorie consecutive, ma i veri rimpianti sono tutti per la squadra di Mandorlini, che rimanda ancora l’appuntamento con il primo successo stagionale. In vantaggio per due volte con Toni e Gomez, i padroni di casa si fanno riprendere dai gol da Baselli, sempre più uomo-simbolo dei granata e Acquah. Nelle file gialloblù è Viviani a rilevare l’infortunato Halfredsson, mentre nel tridente d’attacco Siligardi vince il ballottaggio con Jankovic ed affianca Toni e Juanito Gomez. Piena emergenza per Ventura in difesa, dove sono out Maksimovic e Moretti: dentro Bovo e Molinaro, in attacco c’è Belotti dal 1′ al fianco di Quagliarella.

Poco Toro in un primo tempo dominato dal Verona, anche se i gialloblù a conti fatti non creano molto. I padroni di casa si rendono subito pericolosi con un colpo di testa di Marquez, con palla alta sulla traversa. Verona ancora in evidenza con il messicano che su punizione svetta su tutti, la sua incornata è ancora imprecisa. Al quarto d’ora Ventura è costretto al primo cambio: Jansson rileva l’acciaccato Avelar. L’Hellas mantiene il possesso palla, il Toro un atteggiamento attendista. Prova a scuotere i granata Bruno Peres, il suo diagonale però è facile preda di Rafael. Prima dell’intervallo c’è lavoro per Padelli: il nazionale azzurro è attento sul colpo di testa di Toni sul traversone di Greco. Si va alla ripresa, che si rivelerà decisamente più divertente della prima frazione. Dopo quattro minuti il Verona sblocca il risultato: Irrati giudica da rigore un contatto Jansson-Juanito Gomez in area torinista, dal dischetto trasforma Toni: primo centro stagionale per l’attaccante.

Ventura getta nella mischia Maxi Lopez richiamando Belotti. Ma è un difensore a spaventare la retroguardia veronese con Molinaro con Moras chiamato all’intervento in extremis. Sul successivo corner, Glik sfiora il pareggio spedendo alto di testa. Il momento è favorevole per il Toro, che al 21′ trova il pareggio: sulla respinta di Rafael, intervenuto sul tiro di Quagliarella, Baselli è pronto e firma l’1-1. Terzo centro stagionale per il centrocampista granata. Cinque minuti dopo, però, il Verona si riporta avanti con Juanito Gomez, che insacca di testa sulla perfetta punizione di Viviani. Ancora una volta però il vantaggio dei gialloblù è destinato a non durare molto perché sull’errore in uscita di Rafael Acquah è lesto ad approfittarne e a batterlo dalla distanza per il 2-2 (28′). Nel finale Mandorlini si affida anche a Pazzini, che sul lancio di Jankovic prova la conclusione da fuori area: palla alta sulla traversa. Il risultato non cambia più: il Toro conserva l’imbattiblità e sale a 7 punti, il Verona raggiunge quota 2.