Dnipro-Napoli. Collina e quei legami con la federazione Ucraina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Maggio 2015 14:10 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2015 14:10
Dnipro-Napoli. Collina e quei legami con la federazione Ucraina

Dnipro-Napoli. Collina e quei legami con la federazione Ucraina

NAPOLI- Il Napoli si gioca tutto a Kiev, in casa del Dnipro. Lo fa partendo dall’1-1 frutto di un gol in netto fuorigioco degli Ucraini. E proprio dal mondo arbitrale e della Uefa esce fuori una storia particolare che chiama in causa anche il capo dei fischietti europei, Pierluigi Collina. Racconta su Repubblica Marco Azzi:

Molto delicato il compito che attende il serbo Milorad Mazic (l’arbitro designato, ndr), complice il decisivo errore commesso nell’andata dal suo collega norvegese, Moen. Ne va pure della reputazione di Pierluigi Collina, che da queste parti è quasi di casa e stimato.

Oltre a essere il supervisore degli arbitri per l’Uefa, infatti, Collina da 5 anni svolge gli stessi compiti per conto della federazione ucraina, con cui sarà sotto contratto almeno fino al 30 giugno. Nella capitale, dall’inizio del suo mandato nel 2010, l’ex arbitro bolognese ha inviato in pianta stabile il suo fidato braccio destro: Luciano Luci, 66 anni, nominato commissario Uefa su proposta del potente numero uno della FFU, Gregory Surkis. Sarà dunque fondamentale che Mazic non tradisca la fiducia dei suoi superiori, garantendo una gara regolare.