Donnarumma, “predestinato” a farfalle, e Ventura, una cinquina come bentornato: i flop della domenica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 ottobre 2018 9:57 | Ultimo aggiornamento: 22 ottobre 2018 10:05
Donnarumma, "predestinato" a farfalle, e Ventura, una cinquina come bentornato: i flop della domenica

Donnarumma, “predestinato” a farfalle, e Ventura, una cinquina come bentornato: i flop della domenica

ROMA – E’ passato poco più di un anno da quando Giampiero Ventura sedeva sulla panchina della nazionale e poteva ancora sognare impossibili notti magiche ma non trovare uno straccio di squadra per battere la Svezia per andare ai Mondiali. Poco più di un anno fa poteva permettersi di rassicurare un giovane talento come Donnarumma dicendogli di stare tranquillo perché era un “predestinato”. 

Ieri i destini dei due si sono incrociati, uniti da una sventura autoprocurata e senza appelli: il predestinato è uscito a farfalle e regalato il derby all’Inter all’ultimo minuto, il ct ha ricominciato da dove aveva lasciato, da una sberla rimediata stavolta con il suo Chievo, una cinquina per essere esatti. Il 5 a 1 con cui l’Atalanta ha passeggiato su un Chievo alla deriva dice tutto su quello che attende Ventura: non certo – ed è lui stesso a riconoscerlo ammettendo di aver sbagliato modulo e formazione – il fioretto spuntato con cui ha indebolito la squadra a centrocampo ma grinta e spadone perché in due giornate ha beccato 11 gol 11.

Quanto al predestinato il suo allenatore Gattuso lo scagiona in toto, o perlomeno segnala la contemporanea corresponsabilità di tutta la difesa. Poco abituato a sfumature e sottigliezze, il vero capo del governo Salvini se la prende con tutti e due e su Twitter sentenzia: “Derby perso dalla coppia Donnarumma-Gattuso. Quando non giochi per vincere, hai già perso. Giusto così. Inter-Milan”. 

Poco elegante e fuori luogo il ministro, ma in sintonia con il tifoso rossonero che ormai di cose da perdonare al predestinato comincia ad averne accumulate davvero troppe.